Guai seri per aspiranti piloti di motomondiale e F1

Grigioni

Controlli in Val Bregaglia: un centauro a 109 km/h a Casaccia e un’auto con rimorchio a 123 chilometri orari a Vicosoprano - Il motociclista ha dovuto consegnare subito agli agenti il permesso di condurre e anticipare 6.000 franchi per la multa

Guai seri per aspiranti piloti di motomondiale e F1
Foto Fiorenzo Maffi

Guai seri per aspiranti piloti di motomondiale e F1

Foto Fiorenzo Maffi

BREGAGLIA - Aspiranti piloti di motomondiale e Formula uno hanno dovuto fare i conti la passata domenica con i radar piazzati dalla polizia grigionese in Val Bregaglia, nella fattispecie a Casaccia e Vicosoprano. Verso mezzogiorno a Casaccia un 29.enne motociclista italiano è sfrecciato a una velocità netta di 109 chilometri orari in un tratto dove la velocità massima consentita è di 50. Il conducente ha dovuto consegnare subito agli agenti il permesso di condurre e anticipare 6.000 franchi per la multa che sarà decisa dal Ministero pubblico del canton Grigioni. A Casaccia due altri centauri sono invece stati pizzicati a viaggiare a 84 e 85 chilometri orari, sempre tenendo conto della deduzione di velocità.

A Vicosoprano, poco dopo le 14.30, è stato invece fermata una vettura immatricolata in Germania che stava viaggiando in direzione di Castasegna con attaccato un rimorchio. In quel tratto la velocità massima è di 80 km/h ma il conducente sui rilevatori del radar ne ha fatti segnare 123. Anche in questo caso chi stava conducendo il mezzo è stato denunciato al Ministero pubblico grigionese.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1