Asilo

In luglio presentate in Svizzera 1311 domande

Sono state 308 in più rispetto a giugno e 63 in meno paragonandole allo stesso mese del 2018

In luglio presentate in Svizzera 1311 domande
Foto Carlo Reguzzi

In luglio presentate in Svizzera 1311 domande

Foto Carlo Reguzzi

BERNA-WABERN - Lo scorso luglio sono state presentate in Svizzera 1311 domande d’asilo, ossia 63 in meno (-4,6%) rispetto allo stesso mese del 2018 e 308 in più (+30,7%) rispetto al giugno 2019, mese che aveva registrato un numero di nuove domande particolarmente basso (19,5% in meno rispetto al giugno 2018).

In luglio i principali Paesi di provenienza dei richiedenti l’asilo giunti in Svizzera restano l’Eritrea (289 domande, ossia 105 in più rispetto al mese di giugno 2019) e la Turchia (154 domande; +75). Seguono l’Afghanistan (135 domande; +50), la Siria (113 domande; +41) e l’Algeria (84 domande; +47). Dall’inizio dell’anno sono state presentate in Svizzera 8340 domande d’asilo.

Il mese passato la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha liquidato in prima istanza 1714 domande d’asilo, di cui 267 con una decisione di non entrata nel merito (in 211 casi in virtù dell’Accordo di Dublino), 520 con la concessione dell’asilo e 459 con l’ammissione provvisoria. Il numero di casi in giacenza in prima istanza è diminuito di 193 unità rispetto al mese di marzo attestandosi a 10 025.

Sempre in luglio, 574 persone hanno lasciato la Svizzera sotto il controllo delle autorità. La Svizzera ha chiesto ad altri Stati Dublino la presa in carico di 385 richiedenti l’asilo. 193 persone sono state trasferite nello Stato Dublino competente. Dal canto suo, la Svizzera ha ricevuto 478 domande di presa in carico Dublino. 89 persone sono state trasferite in Svizzera. Dall’inizio dell’anno 1115 persone sono state trasferite dalla Svizzera nello Stato Dublino responsabile e la Svizzera ha preso in carico 693 richiedenti l’asilo.

Programma di reinsediamento
Nel novembre 2018 il Consiglio federale ha proposto di mantenere per gli anni successivi il principio dell’accoglienza dei rifugiati nel contesto del reinsediamento. Nel 2019 saranno accolte in Svizzera fino a 800 persone particolarmente vulnerabili provenienti anzitutto dalla regione del conflitto siriano. Sinora in tale contesto sono giunte in Svizzera 185 persone, 43 delle quali nel mese di luglio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1