Ingresso più difficile nel nostro Paese

svizzera

Le persone provenienti da Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Regno Unito, Egitto e Malawi devono presentare un test negativo e fare una quarantena di dieci giorni

Ingresso più difficile nel nostro Paese
©EPA/Philipp Guelland

Ingresso più difficile nel nostro Paese

©EPA/Philipp Guelland

Le persone che entrano in Svizzera provenienti da Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Regno Unito, Egitto e Malawi - paesi in cui è stata registrata la variante Omicron del Covid-19 - devono presentare all’imbarco in aereo o al loro arrivo nella Confederazione un test negativo e sottoporsi a 10 giorni di quarantena.

Lo ha comunicato questa sera via Twitter l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). «Il Consiglio federale raccomanda di rinunciare a viaggi in Paesi con varianti di virus che destano preoccupazione», come ha insistito questa sera ancora una volta il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1

    Condannati Blancho e Qaasim Illi

    Tibunale penale federale

    La Corte d’appello del TPF ha inflitto pene per aver violato la legge che vieta i gruppi «Al-Qaeda» e «Stato Islamico» – I due erano a processo per aver pubblicato online video di propaganda islamista

  • 2

    «A Zurigo è più facile trovare lavoro, ma vorrei tornare in Ticino»

    L’intervista

    Con Camillo Balerna, ticinese che ha concluso un prestigioso dottorato all’ETH di Zurigo in collaborazione con la Scuderia Ferrari, parliamo di giovani e lavoro: «Capisco chi si trasferisce altrove, il Ticino dovrebbe puntare sui suoi talenti per fare un salto di qualità»

  • 3

    Processo Vincenz: chiesti 6 anni di carcere

    Zurigo

    Durante il terzo giorno di processo il rappresentante del Ministero pubblico ha sostenuto che l’ex direttore di Raiffeisen e il suo collega in affari Beat Stocker si sono «enormemente arricchiti e hanno causato notevoli danni finanziari, addirittura fatali per la società Aduno»

  • 4

    Gli esperti: «Omicron non porterà gli ospedali al collasso»

    PANDEMIA

    Secondo gli specialisti dell’Empa, con il tasso di riproduzione inferiore a 2 risulta improbabile che l’occupazione delle unità di terapia intensiva raggiunga livelli critici – «È giunto il momento di orientare le misure di protezione sulle peculiarità individuali»

  • 5
  • 1
  • 1