Iniezione di 15 miliardi per strade e agglomerati

È quanto chiede di stanziare la Commissione dei trasporti del Nazionale - Sostegno in Ticino anche a singoli progetti nel Luganese, nel Locarnese e nel Bellinzonese

Iniezione di 15 miliardi per strade e agglomerati

Iniezione di 15 miliardi per strade e agglomerati

BERNA - Oltre 15 miliardi di franchi per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato. È quanto chiede di stanziare a larga maggioranza la Commissione dei trasporti del Consiglio nazionale. Tale somma è di oltre un miliardo superiore a quella proposta dal Governo. Tra i progetti da finanziare c'è il raddoppio del San Gottardo. Per quanto riguarda la terza generazione del programma Traffico d'agglomerato, c'è pure da segnalare che la Commissione ha deciso di ripescare alcuni programmi d'agglomerato scartati dal Consiglio federale. Tra di essi figura quello del Luganese. In questo modo, ha spiegato la Commissione, viene assicurata "una parità di trattamento di tutti i progetti presentati senza penalizzare quei programmi d'agglomerato per i quali in passato erano stati previsti rinvii". Oltre a Lugano, in Ticino sono previsti puntuali investimenti nel Locarnese e nel Bellinzonese.

La somma si divide in tre crediti: poco più di 8 miliardi di franchi sono necessari per l'esercizio e la manutenzione delle strade nazionali per il periodo 2020 - 2023; circa 5,5 miliardi per la seconda canna al San Gottardo e il cantieramento di cinque importanti progetti; e un miliardo e mezzo per le infrastrutture negli agglomerati. Tutti i progetti sono finanziati tramite il Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (FOSTRA), approvato in votazione nel febbraio dello scorso anno. Esso prevede la possibilità di aumentare le tasse sui carburanti (4 centesimi al litro). Tuttavia, come ha ricordato in settembre la consigliera federale Doris Leuthard in conferenza stampa, tale incremento non dovrebbe scattare prima del 2025.

Tra i grossi progetti previsti dall'esecutivo per la cosiddetta Fase di potenziamento 2019, oltre alla costruzione della seconda canna tra Airolo e Göschenen (UR), figurano il decongestionamento dell'area di Crissier (VD), il cosiddetto "bypass" di Lucerna e la circonvallazione di Le Locle (NE). A grande maggioranza la Commissione ha deciso di aggiungere anche le circonvallazioni di La-Chaux-de-Fonds (NE) e di Näfels (GL).

A livello nazionale, tra i maggiori investimenti previsti figurano la costruzione della Limmattalbahn tra Schlieren (ZH) e Killwangen (AG), la seconda tappa della terza linea della metropolitana di Losanna, nonché nuove linee tranviarie a Berna, Basilea e Ginevra. Per quel che concerne il traffico privato, i progetti più importanti sono la riorganizzazione degli svincoli autostradali di Aesch (BL) e Rorschach (SG). Il dossier è pronto ora per essere affrontato dal Consiglio nazionale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1