“L'eutanasia diventa un fatto politico in Italia, è straordinario!”

Marco Cappato prende posizione dopo la sentenza della Corte Costituzionale che impone al Parlamento di trattare il tema entro un anno

“L'eutanasia diventa un fatto politico in Italia, è straordinario!”

“L'eutanasia diventa un fatto politico in Italia, è straordinario!”

MILANO - "È un risultato straordinario, arrivato grazie al coraggio di Fabiano Antoniani (meglio noto come Dj Fabo, ndr.) e alla fiducia che Carmen e Valeria (la mamma e la compagna del Dj) mi hanno fatto per la mia azione di disobbedienza civile". Queste le parole di Marco Cappato, sotto processo per aver accompagnato, nel febbraio del 2017, Dj Fabo - tetraplegico e cieco a causa di un incidente - in una clinica svizzera dove aveva affrontato il suicidio assistito.

L'evento a cui si riferisce Cappato è la sentenza, giunta ieri, della Corte Costituzionale con cui si impone alla politica italiana di la trattazione del tema dell'eutanasia entro un anno. La Corte Costituzionale ha infatti rinviato la decisione nei confronti di Cappato al 2019 chiedendo che nel frattempo il Parlamento intervenga con una nuova legge. In particolare, la Consulta doveva decidere, su richiesta dei giudici di Milano, se è conforme alla Costituzione l'articolo 580 del codice penale, che punisce l'istigazione al suicidio.

"Il pronunciamento della Corte Costituzionale - scrive Cappato in una nota odierna - dà un anno di tempo al Parlamento per fare ciò che chiedevamo da 5 anni". "È dunque di fatto un successo - un altro, dopo la vittoria sul biotestamento! - di Fabo e della nonviolenza, oltre che delle tante persone malate che in questi 15 anni hanno dato corpo alle proprie speranze di libertà. Ora il Parlamento ha la strada spianata per affrontare finalmente il tema, e per discutere la nostra proposta di legge di iniziativa popolare per l'eutanasia legale, come sta accadendo nel Parlamento spagnolo".

Nel frattempo, assicura Cappato, prosegue l'azione promossa dall'Associazione Luca Coscioni di cui lui stesso fa parte e tramite la quale ha promosso la campagna "EutanaSIA legale".

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1