Maurer conta sull'equivalenza della Borsa svizzera fino al 2019

A Bruxelles l'incontro con i ministri delle finanze di UE e AELS

Maurer conta sull'equivalenza della Borsa svizzera fino al 2019

Maurer conta sull'equivalenza della Borsa svizzera fino al 2019

BERNA - Il consigliere federale Ueli Maurer dice di sperare che l'Unione europea possa ammettere provvisoriamente per un altro anno l'equivalenza della Borsa svizzera, ma riconosce che la cosa "non è ancora sicura".

Avanzare previsioni in materia sarebbe come leggere nei fondi di caffè, ha affermato Maurer in un colloquio con i giornalisti al termine di un incontro a Bruxelles dei ministri delle finanze e dell'economia dell'UE e dell'Associazione europea di libero scambio (AELS), organizzazione di cui fa parte anche la Svizzera. Oggi non era comunque il giorno delle decisioni, ha sottolineato l'ex presidente UDC. Si trattava di "influenzare positivamente" l'iter del dossier. Maurer si è detto "fondamentalmente fiducioso che saranno trovate soluzioni".

Il consigliere federale Ueli Maurer oggi a Bruxelles partecipa a un incontro dei ministri delle finanze e dell'economia dell'Unione europea (UE) e dell'Associazione europea di libero scambio (AELS). L'incontro è dedicato dedicato principalmente alle "sfide e opportunità nel settore della tecnofinanza", indica una nota diramata a Berna dal Dipartimento federale delle finanze (DFF) diretto da Maurer, che sarà accompagnato dal segretario di Stato Jörg Gasser.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1