NEUCHÂTEL

Messaggi hot con un’adolescente, nei guai un alto funzionario

Il responsabile dei servizi della formazione post-obbligatoria è sotto inchiesta penale - L’uomo non contesta i fatti ma dice di aver agito per scopi scientifici

Messaggi hot con un’adolescente, nei guai un alto funzionario
(Foto Putzu)

Messaggi hot con un’adolescente, nei guai un alto funzionario

(Foto Putzu)

NEUCHÂTEL - Il responsabile dei servizi della formazione post-obbligatoria e dell’orientamento del Canton Neuchâtel Laurent Feuz, dimessosi lo scorso venerdì con effetto immediato, è sotto inchiesta penale. Avrebbe scambiato messaggi a sfondo sessuale con una adolescente.

Feuz è indagato dal Ministero pubblico cantonale, ha dichiarato oggi all’agenzia Keystone-ATS il suo avvocato Frédéric Hainard, confermando informazioni della radio RTN. L’ex altro funzionario è accusato di aver scambiato messaggi WhatsApp con quella che credeva essere una quattordicenne, mentre in realtà si trattava di un agente di polizia sotto copertura.

L’ex dirigente non contesta i fatti ma spiega di aver agito per scopi scientifici. «Nel quadro del suo lavoro, a causa del quale ha dovuto trattare la questione dei predatori sessuali, ha voluto mostrare come i giovani siano influenzabili», ha spiegato l’avvocato.

Hainard ha precisato che il suo cliente non si è mai recato ad alcun appuntamento e non ha mai incontrato la destinataria dei messaggi. Feuz non è stato messo in detenzione preventiva, ma la polizia ha perquisito il suo appartamento e analizzato i suoi apparecchi elettronici.

Le dimissioni con effetto immediato di Feuz erano inizialmente state annunciate con la vaga nozione di «ragioni personali». Il servizio del quale era responsabile si occupa della formazione professionale e dei licei, esercitando inoltre l’alta vigilanza su università, scuola universitaria professionale e alta scuola pedagogica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1