IL CASO

Morti sui binari, le FFS respingono le accuse

La tutela dei lavoratori è un obiettivo centrale dell’azienda, hanno affermato le ferrovie dopo l’articolo del «Blick» sui cinque incidenti letali avvenuti nel 2018

Morti sui binari, le FFS respingono le accuse
Foto Reguzzi

Morti sui binari, le FFS respingono le accuse

Foto Reguzzi

BERNA - Le FFS respingono con fermezza l’accusa di non prestare sufficiente attenzione alla sicurezza dei loro operai: al contrario la tutela dei lavoratori è un obiettivo centrale dell’azienda, affermano.

Una sezione che riferisce direttamente al Ceo Andreas Meyer assicura il mantenimento e il continuo miglioramento dei livelli di sicurezza, affermano le Ferrovie federali prendendo posizione su un articolo odierno del «Blick». Il quotidiano ha riferito di cinque incidenti mortali avvenuti nel 2018, corredando i dati con critiche da fonte sindacale.

Le FFS precisano innanzitutto le circostanze dei cinque sinistri: due di essi si sono verificati in cantieri sui binari, uno durante un lavoro di picchetto senza relazione con le attività di costruzione, uno a causa della distrazione di un dipendente nell’attraversare i binari in una stazione e l’ultimo durante lavori elettrici a un edificio.

L’azienda - sottolineano gli addetti stampa - indaga sistematicamente sugli incidenti in modo da migliorare la sicurezza. Inoltre tutte le riorganizzazioni sono state realizzate all’insegna del motto «safety first, quality always» (sicurezza prima di tutto, qualità sempre).

Proprio il comparto che si occupa in particolare della sicurezza sul lavoro è stata riorganizzato al fine di migliorare ulteriormente nel campo in questione. Gli specialisti sviluppano continuamente le direttive, consigliano professionalmente i partner interni ed esterni ed effettuano controlli sistematici. Le stesse severe linee guida e regole si applicano anche alle imprese esterne.

Nonostante il principio safety first gli infortuni sul lavoro non possono però purtroppo mai essere completamente esclusi, prosegue l’impresa ferroviaria. Dall’introduzione di misure sistematiche e orientate al rischio, il numero di incidenti è stato però notevolmente ridotto: negli ultimi dieci anni la contrazione media è risultata del 2,8%.

Ogni incidente sul lavoro è tragico, ma le FFS fanno molto per garantire la massima sicurezza possibile, conclude l’azienda.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Articoli suggeriti
Ultime notizie: Cronaca
  • 1