Strage

Nuova Zelanda, Marina Carobbio e Jean-René Fournier dicono «stop a odio e violenza»

I presidenti delle camere federali esprimono il loro sostegno alle famiglie toccate e al Paese coinvolto nel dramma di Christchurch

Nuova Zelanda, Marina Carobbio e Jean-René Fournier dicono «stop a odio e violenza»
Foto Keystone

Nuova Zelanda, Marina Carobbio e Jean-René Fournier dicono «stop a odio e violenza»

Foto Keystone

BERNA - I presidenti delle Camere federali, la ticinese Marina Carobbio (PS) e il vallesano Jean-René Fournier (PPD), si dicono "scioccati" per gli attentati odierni contro due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda.

"Stop a odio e violenza contro le religioni", indicano in un tweet odierno del Parlamento elvetico (@ParlCH). La presidente del Consiglio nazionale e il presidente del Consiglio degli Stati esprimono il loro sostegno alle famiglie toccate e al paese interessato dal dramma.

Al momento il bilancio delle vittime è salito a 49, mentre i feriti sono una cinquantina. Non ci sono indizi di cittadini elvetici coinvolti nell'attentato, ha indicato il Dipartimento degli affari esteri (DFAE) all'agenzia Keystone-ATS. L'ambasciata svizzera a Wellington è in contatto con le autorità neozelandesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1