Ricerca nell'UE, la Svizzera rischia di essere declassata

Potrebbero peggiorare le condizioni di partecipazione della Confederazione nel programma "Horizon Europe"

Ricerca nell'UE, la Svizzera rischia di essere declassata

Ricerca nell'UE, la Svizzera rischia di essere declassata

BRUXELLES - Nel futuro programma di ricerca dell'UE, denominato "Horizon Europe", la Svizzera rischia un declassamento, con condizioni di partecipazione peggiori rispetto ad oggi. La competente commissione del Parlamento europeo ha approvato oggi una richiesta in tal senso della Commissione UE. Gli Stati terzi, che vorrebbero partecipare ai programmi di ricerca dell'UE, sarebbero suddivisi in quattro categorie. Stando al progetto della Commissione europea, la Svizzera non avrà più lo stesso statuto di oggi nel programma "Horizon Europe" 2021-2027.

Finora la Confederazione partecipava alla categoria numero uno, che comprendeva tutti gli Stati dell'Associazione europea di libero scambio (AELS), ovvero Svizzera, Norvegia, Liechtenstein e Islanda. In "Horizon Europe" si troveranno nella prima categoria soltanto quegli Stati che appartengono contemporaneamente anche allo Spazio economico europeo. Berna ne sarebbe quindi esclusa. La Confederazione sarebbe invece inclusa nella quarta categoria "Stati terzi e Regioni" assieme alla Gran Bretagna. Se la Svizzera restasse in maniera definitiva in questa categoria, ciò avrebbe quale conseguenza che la sua partecipazione al nuovo programma di ricerca dell'UE sarebbe limitata a certe parti oppure legata a ulteriori condizioni. Ora il dossier giungerà davanti al plenum, dove non è escluso che il Parlamento europeo dia seguito alla raccomandazione della commissione preparatoria. In seguito dovranno esprimersi anche gli Stati membri dell'UE.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1
    trasporti

    La rivoluzione invisibile

    Un tunnel sotterraneo lungo 500 chilometri destinato unicamente alle merci collegherà i principali centri urbani a nord delle Alpi - Dopo il via libera delle Camere federali ora serve trovare i finanziamenti - «Il principio è quello degli aeroporti ma viene esteso su scala nazionale»

  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
    austria

    Stadler Rail: sfuma una commessa miliardaria a causa di firma digitale errata

    Il tribunale amministrativo federale di Vienna ha accolto un ricorso del concorrente Alstom, ravvisando l’esistenza di un errore formale nell’offerta del costruttore ferroviario elvetico e dichiarando di conseguenza nulla l’ordinazione effettuata dalle Österreichischen Bundesbahnen (ÖBB) riguardante 185 treni a due piani

  • 1