Fertilità

Sperma dei giovani svizzeri tra i peggiori d’Europa

Lo indica una ricerca per la quale sono stati analizzati i profili di 2’523 giovani tra i 18 e i 22 anni al momento del reclutamento per il servizio militare

Sperma dei giovani svizzeri tra i peggiori d’Europa
Foto Shutterstock

Sperma dei giovani svizzeri tra i peggiori d’Europa

Foto Shutterstock

GINEVRA - La qualità dello sperma dei giovani svizzeri è tra le peggiori d’Europa: lo afferma una ricerca dell’università di Ginevra, che ha analizzato i profili di 2’523 giovani tra i 18 e i 22 anni al momento del reclutamento per il servizio militare. Lo sperma delle reclute è stato analizzato in merito al numero di spermatozoi per millilitro di liquido seminale, alla loro mobilità e alla loro morfologia. Ciascuno di questi tre criteri può potenzialmente influire sulla fertilità.

Studi epidemiologici hanno già dimostrato che nei paesi industrializzati la qualità dello sperma si è deteriorata nel corso degli ultimi decenni. Cinquant’anni fa conteneva ancora 99 milioni di spermatozoi per millilitro, mentre oggi le concentrazioni mediane, che variano da un paese all’altro, sono comprese tra 41 e 67 milioni. Con un valore di 47 milioni, indica l’ateneo lemanico, i giovani svizzeri si situano in fondo alla classifica assieme a Danimarca, Norvegia e Germania.

Secondo gli specialisti, al di sotto dei 40 milioni di spermatozoi per millilitro, i tempi prima di giungere al concepimento di un bambino si allungano significativamente, mentre con meno di 15 milioni un uomo può essere considerato «subfertile». Dallo studio risulta che il 17% dei giovani svizzeri rientra nella categoria «subfertile». Un soggetto su quattro ha meno del 40% di spermatozoi mobili e per il 40% il tasso di normalità dal profilo morfologico è inferiore al 4%.

«Nel complesso, questi risultati suggeriscono che la qualità dello sperma dei giovani in Svizzera è critica e che la loro futura fertilità sarà probabilmente compromessa». I ricercatori ginevrini non hanno osservato differenze tra le varie regioni del paese o il luogo di residenza in aree rurali o urbane.

Lo studio ha anche rilevato una correlazione tra la scarsa qualità dello sperma e l’aumento in Svizzera dei casi di cancro ai testicoli «La qualità dello sperma è generalmente inferiore nei paesi con un’alta incidenza di questa patologia», secondo Serge Nef, professore di medicina genetica.

L’università cercherà ora di identificare le cause della bassa qualità dello sperma in Svizzera, valutando diversi fattori ambientali e di stile di vita. I ricercatori vorrebbero ritrovare tra dieci anni i 2’523 giovani che hanno partecipato allo studio al fine di monitorare la loro capacità riproduttiva.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1