Spiate dai servizi segreti americani anche banche e Swisscom

Ginevra

Lo sostiene Edward Snowden, l’attivista che fra l’altro ha lavorato come agenti della CIA in Svizzera e che nel 2013 fu all’origine del cosiddetto Datagate

Spiate dai servizi segreti americani anche banche e Swisscom
Foto Wikipedia

Spiate dai servizi segreti americani anche banche e Swisscom

Foto Wikipedia

I servizi segreti americani spiavano a Ginevra non solo le organizzazioni internazionali come l’ONU o il WTO, bensì anche organismi elvetici quali banche o Swisscom: lo sostiene Edward Snowden, l’attivista che fra l’altro ha lavorato come agenti della CIA in Svizzera e che nel 2013 fu all’origine del cosiddetto Datagate, rivelando la portata della sorveglianza di massa praticata dal governo statunitense.

Dal 2007 al 2009, molti anni prima quindi di diventare una «gola profonda», Snowden era attivo quale agente sotto copertura nella Confederazione, stazionato a Ginevra, riferisce oggi il Tages-Anzeiger, che propone un’intervista esclusiva e informazioni provenienti dall’autobiografia che sarà pubblicata la settimana prossima.

Stando a Snowden le spie americane hanno infettato i computer dei delegati delle Nazioni Unite attraverso chiavette USB. Nel mirino vi era anche l’Organizzazione mondiale del commercio (WTO) e anche entità elvetiche. Nel libro l’attivista oggi 36enne scrive che un collega della CIA aveva comprato dati di clienti «da un dipendente corrotto di Swisscom». I servizi segreti puntavano inoltre alle banche: tentarono anche di reclutare informatori interni agli istituti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1

    Diga del Grimsel, posata la prima pietra

    ENERGIA

    L’opera, che sostituisce quella vecchia dopo 90 anni, verrà terminata nel 2025 – Una particolare sfida logistica sarà il posizionamento a 1.900 metri sopra il livello del mare, che rende i lavori possibili solo da maggio a ottobre

  • 2

    È tempo di vacanze, ma occhio al roaming

    Telefonia

    L’Alleanza delle organizzazioni dei consumatori punta il dito contro l’UFCOM e le compagnie di telecomunicazioni sulle politiche in tema roaming - Ivana Sambo di Swisscom: «Respingiamo le accuse, sono misure a favore del cliente: ecco alcuni consigli per quando si va all’estero»

  • 3

    Dal 2022 torna Baselworld

    eventi

    I responsabili della fiera dell’orologeria e della gioielleria hanno annunciato che la manifestazione si terrà di nuovo fisicamente tra il 31 marzo e il 4 aprile

  • 4

    Tutto quello che c’è da sapere sul certificato COVID e sui viaggi

    pandemia

    Come ci si deve comportare nella vita quotidiana o in occasione di grandi manifestazioni? Quando sarà richiesto il certificato COVID? Come saranno regolamentati i viaggi all’estero e l’entrata in Svizzera? Ecco le risposte alle molte domande legate alle nuove disposizioni decise dal Consiglio federale

  • 5

    La Svizzera riapre

    Lotta alla pandemia

    Da sabato 26 giugno revocati l’obbligo del telelavoro e della mascherina all’aperto, nei ristoranti non ci saranno più limiti al numero di ospiti per tavolo - Con il certificato COVID discoteche aperte e possibili grandi manifestazioni senza limiti di capienza - Estesa a 12 mesi la durata della protezione del vaccino

  • 1
  • 1