Strade nazionali sature, il traffico si sposta in cantonale

Secondo l'USTRA sulla rete delle strade nazionali sono state registrate complessivamente 25 853 ore di coda, con un incremento del 7,4% rispetto all'anno precedente - VOTA IL SONDAGGIO

Strade nazionali sature, il traffico si sposta in cantonale
Immagine d'archivio - Automobilisti incolonnati al portale Sud del San Gottardo

Strade nazionali sature, il traffico si sposta in cantonale

Immagine d'archivio - Automobilisti incolonnati al portale Sud del San Gottardo

BERNA - Aumenta ancora il numero delle ore di coda in Svizzera, con diversi tratti della rete delle strade nazionali regolarmente oltre la soglia di saturazione: è quanto emerge dai dati dello scorso anno presentati nel Rapporto sulla viabilità dell'Ufficio federale delle strade (USTRA). Nove ore di coda su dieci sono state determinate da problemi di capacità e per la prima volta, conseguenza indesiderata, la rete secondaria ha registrato un aumento di traffico superiore a quello delle strade nazionali.

"67 500 volte tra la terra e la luna"Nel 2017 il totale rilevato dei chilometri percorsi sulle strade nazionali è aumentato del 2%, a fronte di un +2,4% del 2016. La percorrenza totale è stata di 27,68 miliardi di chilometri, pari a oltre 67 500 volte la distanza fra la terra e la luna. Sulla rete delle strade nazionali sono state registrate complessivamente 25 853 ore di coda, con un incremento del 7,4% rispetto al 2016, quando l'aumento fu del 5,4%. La causa più frequente degli ingorghi resta di gran lunga il traffico intenso, con 22 949 ore, pari all'89% di tutte le rilevazioni. In aumento del 3,5% anche le code per incidente, che sono salite da 2420 a 2504 ore. Al contrario è proseguito il trend al ribasso delle code per cantiere, che sono scese ancora di un terzo a 236 ore, pari a meno dell'1% del totale.

Sempre più traffico in cantonaleMa il dato forse più interessante riguarda il fatto che per la prima volta lo scorso anno la quota di traffico assorbita dalle strade nazionali è diminuita, mentre il resto della rete viaria ha registrato una crescita. Questo fenomeno, in sostanza, significa che negli agglomerati molti tratti di strada nazionale hanno raggiunto il limite di saturazione e la conseguenza, spiega l'USTRA, è che il traffico si è spostato sulle strade cantonali e urbane.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca