Verde, ombra e acqua per combattere la canicola

Le estati nelle città sono più calde e le aree con vegetazione tendono a scomparire, ma ci sono diversi modi per rinfrescare l'ambiente

Verde, ombra e acqua per combattere la canicola

Verde, ombra e acqua per combattere la canicola

BERNA - Nonostante il caldo sia ormai alle spalle, la canicola è un tema che non passa mai in secondo piano. In estate fa più caldo nelle città che nelle zone rurali circostanti. Le numerose superfici impermeabilizzate assorbono le radiazioni solari e riscaldano l'ambiente. Questo fenomeno è chiamato effetto isola di calore. Più aree verdi, più ombra, acqua in movimento e l'uso di determinati materiali da costruzione potrebbero mitigare tali effetti. Un nuovo rapporto dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) e dell'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) illustra numerose misure di pianificazione per ridurre le isole di calore nelle città.

L'ombra degli alberi è particolarmente efficace nella lotta al surriscaldamento di strade, parcheggi o aree di attesa delle linee di autobus e tram, in quanto la temperatura può essere fino a 7 gradi Celsius inferiore rispetto a quella delle zone esposte al sole. L'effetto rinfrescante dell'ombra è accentuato dall'evaporazione della vegetazione, che può essere pari a diverse centinaia di litri di acqua al giorno per albero.

Con la crescente densificazione delle città, le aree verdi tendono a scomparire. Se lo spazio è limitato, si possono utilizzare sistemi di rinverdimento verticali come il rinverdimento delle facciate o i parchi verticali. Per gli edifici alti, un rinverdimento delle facciate è più efficace per il clima dello spazio stradale rispetto a un tetto rinverdito geograficamente lontano. D'altra parte, gli edifici bassi e ampi come i padiglioni commerciali si prestano meglio ai tetti verdi.

Laghetti, ruscelli e fontane

L'acqua ha un effetto positivo sul clima urbano. Infatti, quando evapora, la temperatura dell'ambiente si raffredda. L'effetto di raffreddamento è particolarmente marcato se l'acqua è in movimento. Laghetti, ruscelli e fontane sono quindi misure importanti contro le isole di calore, soprattutto se sono accessibili. L'acqua può essere facilmente combinata con altre misure di pianificazione. Nelle giornate canicolari, le aree verdi con ombreggiatura degli alberi ed elementi d'acqua in movimento sono importanti aree di ristoro per la popolazione urbana.

Suoli permeabili e gestione dell'acqua piovana

Le superfici impermeabilizzate sono una delle cause principali dell'effetto isola di calore delle città. La permeabilità del terreno può essere parzialmente ripristinata con determinati materiali da costruzione, ad esempio i grigliati erbosi o alcune pavimentazioni stradali come la ghiaia e il pietrisco. L'evaporazione dell'umidità del suolo ha a sua volta un effetto rinfrescante. Il riscaldamento delle città può essere limitato anche con superfici stradali chiare.

L'acqua piovana drenata da tetti, strade e sentieri può coprire, almeno in parte, il fabbisogno irriguo supplementare di alberi e aree verdi. Può essere conservata in serbatoi interrati, riducendo in tal modo anche il rischio di inondazioni in seguito a forti precipitazioni, che nelle città risulta elevato a causa dell'impermeabilizzazione del suolo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1