L’aggressione

«Voleva romperle la faccia sull’asfalto»

Un calciatore dell’Étoile Carouge, club ginevrino di Prima lega, ha brutalmente malmenato una ragazza ad Ibiza - Rischia 6 anni di carcere

«Voleva romperle la faccia sull’asfalto»

«Voleva romperle la faccia sull’asfalto»

GINEVRA - Quattro calciatori dell’Étoile Carouge, club ginevrino di Prima lega, sono stati fermati a Ibiza per aver aggredito e malmenato una donna di 23 anni. Come riferito dal portale Noudiari.es i quattro si trovavano in ritiro con la squadra alle Baleari e i fatti sono avvenuti nella notte tra venerdì e sabato, dopo l’amichevole con il CD Ibiza.

Stando alla ricostruzione degli amici della vittima, un gruppo di calciatori - quasi tutti ubriachi - li ha avvicinati per chieder loro una sigaretta quando la situazione è improvvisamente degenerata. Uno di loro, un 21enne, ha afferrato la 23enne per la testa con l’intento “di romperle la faccia sull’asfalto”. La malcapitata ha perso cinque denti è ha dovuto essere operata alla mascella.

La Polizia, intervenuta sul posto, ha immediatamente arrestato il 21enne e fermato altri tre giocatori. Questi ultimi nel frattempo sono già stati rilasciati e hanno potuto rientrare in Svizzera. L’autore dell’aggressione rischia una pena detentiva fino a 6 anni di carcere. Il club ginevrino ha annunciato in un comunicato di aver rescisso il contratto con il 21enne. La società ha definito “inammissibile e intollerabile” il suo atto e ha ribadito la sua vicinanza alle vittime dell’aggressione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1