Dal 15 giugno la Svizzera riapre le frontiere

Pandemia

Saranno revocate le vigenti restrizioni d’entrata nei confronti di tutti gli Stati UE/AELS e il Regno Unito

 Dal 15 giugno la Svizzera riapre le frontiere
©CdT/ Chiara Zocchetti

Dal 15 giugno la Svizzera riapre le frontiere

©CdT/ Chiara Zocchetti

La Svizzera riaprirà le sue frontiere con tutti gli Stati UE/AELS e del Regno Unito dal 15 giugno. Il Consiglio federale ha preso oggi questa decisione visto il miglioramento della situazione legata al coronavirus.

Già a metà maggio il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) aveva annunciato che i confini con l’Austria, la Germania e la Francia sarebbero stati completamente aperti il 15 giugno d’intesa con le autorità di detti Paesi. Considerata l’attuale situazione epidemiologica, il 15 giugno sarà possibile revocare le attuali restrizioni d’entrata anche nei confronti degli altri Stati UE/AELS, Italia inclusa, e del Regno Unito. Nessuna riapertura è invece prevista invece per gli Stati terzi.

La strategia del Consiglio federale è in linea con quella di molti Paesi europei. In occasione di una teleconferenza informale dei ministri degli interni degli Stati Schengen tenutasi venerdì, numerosi ministri hanno auspicato un ritorno alla normalità e la revoca dei controlli alle frontiere interne in Europa dal 15 giugno, indica una nota governativa odierna, in cui si precisa che il segretario di Stato Mario Gattiker ha rappresentato la Svizzera alla conferenza.

Il DFGP chiederà al Consiglio federale di apportare le necessarie modifiche all’ordinanza 2 COVID-19 d’intesa con i dipartimenti federali dell’interno (DFI), delle finanze (DFF) e degli affari esteri (DFAE).

Tra la Svizzera, l’Austria e la Germania le restrizioni d’entrata sono state allentate già il 16 maggio 2020. Per tutti gli altri Stati UE/AELS, Italia compresa, fino al 15 giugno l’ingresso in Svizzera è permesso soltanto in casi eccezionali. La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha deciso di mantenere le restrizioni d’entrata nonostante la vicina Penisola abbia deciso di abolirle da mercoledì scorso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Le sfide di un comprensorio sciistico binazionale

    vallese

    Les Portes du Soleil al confine franco-svizzero sarà confrontato con misure sanitarie diverse con impianti chiusi da una parte e aperti dall’altra - Si prevede una navetta per recuperare i clienti francesi ma il governo vallesano non ci sta

  • 2

    Coronavirus, insegnanti romandi al limite

    scuole

    I sindacati chiedono più risorse per il settore confrontatao a misure sanitarie, occuparsi degli allievi malati o in quarantena, colmare le assenze dei colleghi, seguire i sostituti o formarsi per palleggiare la tecnologia

  • 3
  • 4

    Quarantena? Non meno di 10 giorni

    Task force

    Gli esperti della Confederazione non approvano la proposta di accorciare il periodo di isolamento: meno persone sarebbero protette dall’infezione da coronavirus

  • 5
  • 1
  • 1