Dodici premi scientifici a studenti svizzeri

formazione

Le Olimpiadi internazionali di matematica, fisica e biologia premiano cinque ragazze e sette ragazzi - Le finali si sono tenute online

Dodici premi scientifici a studenti svizzeri
©CdT/Archivio

Dodici premi scientifici a studenti svizzeri

©CdT/Archivio

Dodici studenti svizzeri - cinque ragazze e sette ragazzi - sono stati premiati la settimana scorsa alle Olimpiadi internazionali di matematica, fisica e biologia, dove sono state vinte una medaglia d’argento in biologia, tre medaglie di bronzo in matematica e una medaglia di bronzo in fisica.

Inoltre vi erano sette menzioni d’onore, come hanno comunicato oggi gli organizzatori della sezione svizzera. In ciascuna delle tre discipline, hanno gareggiato tra i 600 e i 700 studenti provenienti da 107 paesi per la matematica e 70 paesi per la fisica e la biologia. Per la Svizzera nelle tre discipline hanno gareggiato complessivamente 15 partecipanti.

Le sedi avrebbero dovuto essere in realtà la Russia (matematica), il Portogallo (biologia) e la Lituania (fisica), ma le finali si sono tenute nei paesi di origine a causa della pandemia di Covid.

Particolarmente successo quest’anno ha avuto il ginnasio di Oberwil (BL) da cui provenivano quattro dei dodici premiati. La medaglia d’argento in biologia, Sanjitha Koundinya, e la vincitrice del bronzo in matematica, Yanta Wang, venivano infatti da Oberwil.

Gli altri bronzi in matematica sono andati a Bora Olmez della International School Basel (BL) a Joël Hubel del ginnasio di Freudenberg (ZH), mentre il bronzo in fisica è stato assegnato a Raphael Zumbrunn del ginnasio di Thun (BE).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 2

    Luci, camera, azione alla Camera bassa

    Cultura

    Il Consiglio nazionale discute oggi nuovamente della legge sul cinema. Secondo le richieste del Consiglio federale e degli Stati, piattaforme come Netflix, Amazon o Disney dovrebbero investire il 4% del loro fatturato svizzero in produzioni locali

  • 3

    I tamponi saranno a pagamento, ma le carte in tavola sono cambiate

    la lotta alla pandemia

    Dal prossimo 1. ottobre, come noto, la Confederazione non rimborserà più i test rapidi per gli asintomatici - La politica però non ci sta e chiede al Consiglio federale di tornare sulla propria decisione - Diversi i punti ancora da chiarire nella pratica

  • 4

    «Ogni cosa in amore viene da Dio»

    Intervista

    Per il Consiglio della Chiesa evangelica riformata in Svizzera il matrimonio è un diritto di tutti. L’organo raccomanda di adottare l’eventuale modifica della definizione di matrimonio civile (in votazione il 26) come prerequisito per il matrimonio religioso. A colloquio con Frank Lorenz, pastore all’Offene Kirche di S. Elisabetta, a Basilea, che vive in un’unione domestica registrata

  • 5

    Lex Netflix: la grande chance per il cinema di casa nostra

    Cultura e politica

    Oggi il Consiglio nazionale discute la nuova norma che intende imporre alle piattaforme streaming di reinvestire in produzioni elvetiche il 4% degli utili conseguiti in Svizzera - Il regista Niccolò Castelli: «È così in tutta Europa, e senza questa legge resteremo tagliati fuori»

  • 1
  • 1