Dopo Levrat, i giovani socialisti chiedono il cambiamento radicale

Politica

Dopo l’annuncio del presidente del PS di non rinnovare il mandato, la GISO pensa al futuro del partito

Dopo Levrat, i giovani socialisti chiedono il cambiamento radicale
© KEYSTONE/Ennio Leanza

Dopo Levrat, i giovani socialisti chiedono il cambiamento radicale

© KEYSTONE/Ennio Leanza

Archiviata la presidenza di Christian Levrat il PS ha bisogno di un profondo cambiamento, a livello personale e strutturale: lo sostiene la Gioventù socialista (GISO), che auspica vertici più giovani, più femminili e portati a proporre «coraggiose alternative, invece che biechi compromessi».

«La nuova presidenza deve offrire un’alternativa globale di sinistra e rafforzare il carattere di movimento del PS», afferma la presidente dei giovani socialisti Ronja Jansen, citata in un comunicato odierno. «Solo in questo modo possiamo entusiasmare le persone e condurre il PS fuori dal vicolo cieco».

A suo avviso la grande questione che il partito dovrà affrontare nei prossimi anni è quella del sistema economico: è in quest’ambito che si trovano poi le risposte alle attuali domande riguardanti la politica climatica, la parità dei sessi e la ridistribuzione della ricchezza.

Jansen ha anche parole di apprezzamento per Levrat. «Non ha seguito la virata a destra operata da altri partiti socialdemocratici, salvando così il PS da un declino comparabile» a quello di altri Paesi, afferma la donna politica 24.enne. «Siamo molto grati per questo». Ciò nonostante nelle ultime elezioni il partito ha dovuto subire pesanti perdite: questo, secondo Jansen, dimostra che serve un cambiamento.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1