Effetti collaterali: 2.978 casi gravi su 10,8 milioni di dosi

Pandemia

Sono 8.757 le notifiche di casi sospetti di effetti indesiderati dei due vaccini anti-COVID approvati in Svizzera

 Effetti collaterali: 2.978 casi gravi su 10,8 milioni di dosi
©KEYSTONE/Peter Schneider

Effetti collaterali: 2.978 casi gravi su 10,8 milioni di dosi

©KEYSTONE/Peter Schneider

Su circa 10,8 milioni di dosi di vaccino inoculate, finora sono 8.757 le notifiche di casi sospetti di effetti indesiderati dei due preparati anti-COVID approvati in Svizzera. Di queste, 5.779 (64%) sono classificate come «non serie», mentre 2.978 (34%) sono state giudicate più gravi.

I dati raccolti e pubblicati oggi da Swissmedic, l’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici, indicano che «le notifiche di effetti indesiderati finora ricevute e analizzate non incidono sul profilo rischi-benefici positivo dei vaccini utilizzati in Svizzera».

Oltre la metà delle notifiche (52%) è stata inoltrata da operatori sanitari (52%), mentre il 48% è stato inviato direttamente da persone colpite o dai pazienti, precisa ancora Swissmedic.

Fascia d’età e sesso

Le persone colpite da effetti indesiderati avevano in media 53,3 anni e il 14,7% di essi aveva un’età pari o superiore ai 75 anni. Nei casi classificati come seri - 2.978 in totale - l’età media era di 56,1 anni.

In 150 casi gravi le persone sono decedute a differenti intervalli di tempo dalla vaccinazione. Swissmedic però chiarisce: nonostante un’associazione temporale con la somministrazione del vaccino, non vi sono in nessun caso indizi concreti che la causa del decesso sia stata la vaccinazione stessa.

Le notifiche riguardavano nella maggior parte dei casi le donne (65%), il 32,1% gli uomini e in alcune notifiche (2,9%) non è stato indicato il genere, precisa la nota.

Moderna e Pfizer

Delle 8.757 notifiche, 6.021 (68,8%) si riferiscono al preparato di Moderna e 2.578 (29,4%) a quello di Pfizer/BioNTech. In 158 casi non viene invece specificato il vaccino.

Le notifiche pervenute di presunte reazioni avverse da medicamenti successive alle vaccinazioni contro la COVID-19, vengono esaminate in collaborazione con i centri regionali di farmacovigilanza, soprattutto con il centro di riferimento ticinese presso l’Ente Ospedaliero Cantonale EOC, sottolinea Swissmedic.

Gli effetti collaterali noti dei vaccini anti COVID-19 sono elencati nelle informazioni sul medicamento e vengono costantemente aggiornati e pubblicati sul sito www.swissmedicinfo.ch, conclude la nota.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1