Grigioni, terza dose per tutti già da lunedì

pandemia

In una nota il Governo retico ha annunciato di voler rendere disponibile il booster a tutte le persone sopra i 16 anni da settimana prossima - «Terza dose, aumento dei posti in terapia intensiva e prosecuzione dei test in aziende e scuole sono i pilastri del piano di protezione»

Grigioni, terza dose per tutti già da lunedì
© CdT/Gabriele Putzu

Grigioni, terza dose per tutti già da lunedì

© CdT/Gabriele Putzu

Da lunedì prossimo tutti i residenti nei Grigioni a partire dai 16 anni già vaccinati contro la COVID-19 potranno ricevere una dose di richiamo. Ad annunciarlo è il Governo retico, che sottolinea in una nota come «le dosi booster, un aumento dei posti in terapia intensiva e la prosecuzione dei test in azienda e nelle scuole» siano i «principali pilastri del piano di protezione cantonale deciso dal Governo grigionese per i mesi invernali».

I Grigioni hanno finora potuto somministrare già 8.100 dosi di richiamo agli over 65: è proprio a questa categoria di persone che il Governo consiglia il booster, poiché per loro «l’effetto protettivo da un decorso grave è calato in misura più sensibile che nelle persone più giovani».

Sarà possibile vaccinarsi presso i nove centri di vaccinazione grigionesi, presso i medici di famiglia nonché in varie farmacie. L’obiettivo è che prima delle feste il maggior numero possibile di abitanti abbia ricevuto un’immunizzazione di base o una dose di richiamo.

Test su vasta scala

Il programma grigionese di test su vasta scala nelle aziende e nelle scuole «fa ormai parte della quotidianità professionale e scolastica ed è oggi molto ben accettato», continua il Governo cantonale. «Al momento ai test regolari partecipano circa 3540 aziende con circa 45 800 dipendenti nonché 167 istituti scolastici con circa 21 100 persone tra allievi e insegnanti». Poiché i test fungono da indicatore dell’andamento epidemiologico e permettono di individuare contagi asintomatici interrompendo così in modo rapido le catene, «il Governo grigionese ritiene opportuno proseguire con i test nelle aziende per l’intera stagione invernale». Similmente verrà fatto nelle scuole.

Più posti in terapia intensiva

In collaborazione con l’Ospedale cantonale dei Grigioni, il Governo ha in programma di reclutare personale medico specializzato per gestire due posti supplementari nel reparto di terapia intensiva. Attualmente nel Cantone dei Grigioni vi è disponibilità di personale e di letti per un massimo di 16 posti di terapia intensiva.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1