I Cantoni della Svizzera centrale vogliono misure più severe

Coronavirus

In caso contrario si rischia un collasso del sistema sanitario e del tracciamento dei contatti, affermano i rappresentati di Lucerna, Zugo, Obvaldo, Nidvaldo, Svitto e Uri

I Cantoni della Svizzera centrale vogliono misure più severe
© CdT/Gabriele Putzu

I Cantoni della Svizzera centrale vogliono misure più severe

© CdT/Gabriele Putzu

La Conferenza dei direttori cantonali della sanità e delle socialità della Svizzera centrale (ZGDK la sigla tedesca) auspica interventi rapidi ed efficaci contro il diffondersi del coronavirus. In caso contrario si rischia un collasso del sistema sanitario e del tracciamento dei contatti, affermano i rappresentati dei cantoni di Lucerna, Zugo, Obvaldo, Nidvaldo, Svitto e Uri.

La ZGDK è a favore di una chiara estensione dell’obbligo di indossare le mascherine nelle scuole e sul posto di lavoro, se la distanza non può essere mantenuta, si legge in un comunicato odierno, diramato in seguito alla procedura di consultazione avviata dal Consiglio federale su possibili provvedimenti anti-Covid. Che ci siano nuovi provvedimenti in vista, lo ha confermato oggi anche la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga.

Le autorità dei cantoni della Svizzera centrale sono anche favorevoli a porre il limite di 30 partecipanti a eventi, che scenderebbe a 10 per quelli in ambito familiare. Vengono ritenute necessarie regole più severe nello sport amatoriale, mentre concerti e attività corali sono da proibire. Discoteche e sale da ballo dovrebbero rimanere chiuse.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1