I conflitti con i vicini nascono da rumore, sporcizia e turni in lavanderia

tensioni

Ecco i fatti che generano più malumori tra persone che abitano vicino - I più riservati sono nella Svizzera occidentale, mentre in Svizzera tedesca e Ticino si è più propensi a ricorrere a una consulenza legale in caso di disagio

I conflitti con i vicini nascono da rumore, sporcizia e turni in lavanderia
©Shutterstock.com

I conflitti con i vicini nascono da rumore, sporcizia e turni in lavanderia

©Shutterstock.com

Il tema dell’abitare dà luogo, di tanto in tanto, a tensioni e malumori. I conflitti tra vicini di casa si verificano in particolare nella Svizzera occidentale e in Ticino. La metà degli svizzeri afferma che il rumore è stato motivo, almeno una volta, di diatribe con i vicini. Circa un quinto dichiara che, qualche volta, dall’utilizzo della lavanderia collettiva scaturiscono delle problematiche. Gli svizzeri sono disposti anche a richiedere una consulenza legale in caso di problemi con l’abitazione di proprietà o in affitto. Gli abitanti della Svizzera occidentale hanno un atteggiamento più riservato rispetto a quanto avviene nella Svizzera tedesca e in Ticino, come mostra un recente sondaggio rappresentativo condotto da homegate.ch sul tema dell’abitare.

I conflitti possono nascere sia tra conviventi che tra vicini di casa. Nella Svizzera tedesca, le discussioni più frequenti capitano tra persone che appartengono allo stesso nucleo familiare, laddove sporco e sporcizia sono i motivi addotti con maggiore frequenza (38%). Nettamente diversa, invece, è la situazione per gli abitanti della Svizzera occidentale e del Ticino, dove i conflitti sorgono più frequentemente con i vicini.

Una persona su due è infastidita dal rumore provocato dai vicini

Anche nel vicinato di tanto in tanto possono nascere diverbi. Quasi una persona su due è infastidita, in particolare, dalla rumorosità dei vicini. Soprattutto gli svizzeri occidentali (51%) e dei cantoni di lingua tedesca (49%) desiderano tranquillità all’interno delle proprie mura domestiche, mentre i ticinesi (32%), al confronto, si lamentano più raramente. Oltre alla questione del rumore, l’uso della lavanderia collettiva e una scarsa pulizia sono talvolta causa di conflitti. Quasi una persona su cinque dichiara di arrabbiarsi per ragioni legate alla lavanderia collettiva. A ciò si aggiungono gli animali domestici dei vicini, che talvolta sono causa di scocciature (14%).

I conflitti con i vicini nascono da rumore, sporcizia e turni in lavanderia

Il 22% degli svizzeri ha inoltre avuto conflitti con il locatore o l’amministratore per via di riparazioni di piccola entità, situazione che sembra presentarsi più frequentemente in particolare nella regione linguistica francese (26%), nei nuclei familiari composti da una sola persona (25%) o nelle famiglie con un reddito fino a 6000 franchi (27%). Anche il computo delle spese accessorie, difetti nascosti e muffa possono provocare piccole controversie con il locatore o l’amministratore.

Quasi una persona su cinque si lamenta della lavanderia collettiva

Il 32% degli svizzeri si arrabbia per ragioni legate alla lavanderia collettiva almeno una volta al mese. Quasi un quarto degli svizzeri che utilizzano una lavanderia collettiva non ha un regolamento chiaro per i tempi di lavaggio, sebbene il piano di lavaggio con registrazione obbligatoria sia molto diffuso nella Svizzera tedesca. Nella Svizzera romanda si applicano gli orari fissi, mentre in Ticino ci si accorda verbalmente. Nel 53% dei casi le arrabbiature sono dovute a una pulizia insufficiente dopo l’uso, che è motivo di conflitti soprattutto nella Svizzera tedesca e nella Svizzera romanda (54%). Anche la biancheria lasciata dai vicini, il mancato rispetto dei piani di lavaggio e gli eccessivi tempi di utilizzo possono scatenare controversie.

I conflitti con i vicini nascono da rumore, sporcizia e turni in lavanderia

Gli abitanti della Svizzera tedesca sono anche propensi a richiedere una consulenza legale

Nel caso di problemi sul tema dell’abitare ci si confronta per lo più con la famiglia, gli amici, i conoscenti e poi si affronta la questione direttamente con i vicini. Un quarto degli intervistati è propenso a parlarne anche con i colleghi di lavoro. In particolare, le famiglie composte da una sola persona (30%) e gli intervistati più giovani (fino a 34 anni, 34%) tendono ad avere scambi di idee sul luogo di lavoro. Oltre un quinto della popolazione svizzera si è già avvalso di una consulenza legale. I nuclei familiari con bambini e le famiglie con un reddito superiore a 10’000 franchi (26%) sono propensi a informarsi sulle disposizioni di legge in caso di problemi riguardanti l’immobile di proprietà o in affitto. Confrontando le diverse regioni, nella Svizzera tedesca (24%) vi è una maggiore propensione a ricorrere alla consulenza legale. Gli abitanti della Svizzera occidentale sono più riservati (16%) e raccontano principalmente ai familiari i conflitti che stanno affrontando con i vicini. Nonostante tutto, le controversie davvero gravi sono rare.

I conflitti con i vicini nascono da rumore, sporcizia e turni in lavanderia

Concezione dello studio

Lo studio rappresentativo comprende un sondaggio online svolto fra le persone residenti in Svizzera. Sono stati intervistati 1821 cittadini di età compresa fra i 18 e i 74 anni nelle regioni linguistiche tedesca, francese e italiana. Sono state considerate informazioni quali sesso, età, professione, istruzione, ‹regular usership› su Internet e regione linguistica, in conformità alla MA Strategy 2019.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1