I Verdi liberali si distanziano dal PS e optano per la libertà di scelta

Consiglio federale

Dopo la decisione socialista di sostenere Regula Rytz al posto di Cassis, per i Verdi liberali, invece, con un verde in Governo l’area di sinistra ed ecologista sarebbe ora come ora sovrarappresentata

I Verdi liberali si distanziano dal PS e optano per la libertà di scelta
© KEYSTONE/Peter Klaunzer

I Verdi liberali si distanziano dal PS e optano per la libertà di scelta

© KEYSTONE/Peter Klaunzer

Dopo la decisione del PS svizzero, comunicata mezz’ora fa, di sostenere la rappresentante ecologista Regula Rytz domani nell’elezione del Consiglio federale tentando di strappare così il seggio di Ignazio Cassis, pochi minuti fa si sono espressi anche i Verdi liberali che hanno invece deciso di lasciare libertà di voto.

«I Verdi liberali sono per la concordanza - ha spiegato la capogruppo Tiana Moser - i tempi per un terzo seggio di sinistra in Consiglio federale non sono ancora giunti».

«I Verdi hanno deciso di presentare in loro candidato senza interpellarci», ha poi aggiunto, punzecchiando gli ecologisti. A favore di Cassis, ha concluso, c’è la sua vena liberale, contro la sua scarsa sensibilità ecologica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1