Il DFAE invia altro materiale a Moria

lesbo

La Svizzera manderà quattro impianti di approvvigionamento idrico per il trattamento e la distribuzione di acqua potabile, cinque tende e diversi generatori - Anche quattro specialisti saranno inviati sull’isola

Il DFAE invia altro materiale a Moria
© AP Photo/Petros Giannakouris

Il DFAE invia altro materiale a Moria

© AP Photo/Petros Giannakouris

Dopo il devastante incendio nel campo profughi di Moria sull’isola greca di Lesbo, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) invia ulteriori forniture di soccorso a chi ne ha bisogno. Lo ha comunicato oggi il responsabile del DFAE Ignazio Cassis.

La Svizzera invierà oggi a Lesbo quattro impianti di approvvigionamento idrico per il trattamento e la distribuzione di acqua potabile, cinque tende e diversi generatori, è stato annunciato via Twitter. Inoltre, altri quattro specialisti saranno inviati sull’isola.

Il DFAE stanzia fino a un milione di franchi per gli aiuti umanitari per rispondere ai bisogni più urgenti delle persone colpite dall’incendio. Già venerdì un aereo del servizio di trasporto aereo della Confederazione era partito per la Grecia con circa una tonnellata di materiale. A bordo vi erano anche due specialisti del Corpo svizzero di aiuto umanitario.

Il campo profughi di Moria, che ospitava oltre 12.000 persone invece delle 3000 previste, è stato quasi completamente distrutto una settimana fa da un incendio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Urta una bici e scappa

    grigioni

    L’incidente è avvenuto questa notte a Zizers - Il 30.enne, che stava spingendo la biciletta al momento dello scontro, ha riportato delle ferite alla testa

  • 2
  • 3

    Decisioni importanti in diversi cantoni

    votazioni

    Il 27 settembre i cittadini si esprimeranno anche a livello cantonale - I temi sono per esempio le classi bilingue, l’energia degli immobili o ancora il salario minimo

  • 4

    Cercatore di funghi cade in un riale

    roveredo

    L’uomo è scivolato per centocinquanta metri, ferendosi - È stato elitrasportato al pronto soccorso dell’ospedale Civico di Lugano, la sua vita non dovrebbe essere in pericolo

  • 5

    Proteste a Zurigo contro la «corona-bugia»

    Pandemia

    Sono circa 500 le persone che si sono raccolte oggi nella città sulla Limmat per manifestare il proprio malcontento nei confronti delle misure del Governo - Presenti anche personaggi noti all’opinione pubblica - LE FOTO

  • 1
  • 1