Il Giura chiede aiuto all’esercito per la vaccinazione

Coronavirus

Il Cantone ha chiesto alla Confederazione di poter beneficiare dei militari per aumentare le proprie capacità in vista della dose di richiamo

Il Giura chiede aiuto all’esercito per la vaccinazione
© CdT/Gabriele Putzu

Il Giura chiede aiuto all’esercito per la vaccinazione

© CdT/Gabriele Putzu

Il canton Giura ha chiesto alla Confederazione di poter beneficiare dell’aiuto dell’esercito per aumentare le proprie capacità in vista della somministrazione della terza dose di vaccino. Manca infatti personale formato per il «booster».

Nel Giura si sta assistendo a un vero «boom» per la vaccinazione di richiamo, ha indicato all’agenzia Keystone-ATS il responsabile della comunicazione Jacques Chapatte, confermando un’informazione della radio romanda RTS. Si tratta di una richiesta di sostegno puntuale dell’esercito fino alla fine dell’anno. Una lettera in tal senso è stata inviata alla ministra della difesa Viola Amherd.

«Il dispositivo è insufficiente per rispondere alla domanda di una terza dose di vaccino», ha aggiunto Chapatte. Le autorità auspicano inoltre la creazione di un centro di vaccinazione supplementare. L’unico centro cantonale è situato a Courtételle.

Dal 17 novembre, nel canton Giura tutte le persone sopra i 65 anni, che hanno ricevuto la seconda dose di vaccino nei sei mesi precedenti, possono ottenere un «booster». Anche le persone vulnerabili di meno di 65 anni possono ricevere la dose di richiamo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 2

    Condannati Blancho e Qaasim Illi

    Tibunale penale federale

    La Corte d’appello del TPF ha inflitto pene per aver violato la legge che vieta i gruppi «Al-Qaeda» e «Stato Islamico» – I due erano a processo per aver pubblicato online video di propaganda islamista

  • 3
  • 4

    «A Zurigo è più facile trovare lavoro, ma vorrei tornare in Ticino»

    L’intervista

    Con Camillo Balerna, ticinese che ha concluso un prestigioso dottorato all’ETH di Zurigo in collaborazione con la Scuderia Ferrari, parliamo di giovani e lavoro: «Capisco chi si trasferisce altrove, il Ticino dovrebbe puntare sui suoi talenti per fare un salto di qualità»

  • 5

    Processo Vincenz: chiesti 6 anni di carcere

    Zurigo

    Durante il terzo giorno di processo il rappresentante del Ministero pubblico ha sostenuto che l’ex direttore di Raiffeisen e il suo collega in affari Beat Stocker si sono «enormemente arricchiti e hanno causato notevoli danni finanziari, addirittura fatali per la società Aduno»

  • 1
  • 1