Il PLR ginevrino discuterà sull’espulsione di Maudet

il caso

Dopo l’annuncio di un possibile rinvio a giudizio, il consigliere di Stato rischia di essere cacciato dal suo partito - La questione verrà trattata dal comitato direttivo lunedì prossimo

Il PLR ginevrino discuterà sull’espulsione di Maudet
© KEYSTONE/Martial Trezzini

Il PLR ginevrino discuterà sull’espulsione di Maudet

© KEYSTONE/Martial Trezzini

Dopo l’annuncio di un possibile rinvio a giudizio, il consigliere di Stato ginevrino Pierre Maudet rischia di essere espulso anche dal suo partito, il PLR.

La questione è fra le trattande che saranno discusse dal comitato direttivo lunedì prossimo, ha detto oggi a Keystone-ATS il presidente della sezione ginevrine del PLR Bertrand Reich, confermando una notizia della Tribune dei Genève.

La riunione del comitato è stata convocata per discutere su passaggi controversi di una chat fra Maudet e il suo ex collaboratore e collega di partito Simon Brandt, diventati di dominio pubblico negli scorsi giorni.

La chat verteva sul finanziamento di una festa e in essa e i due «amici» discutevano della possibilità di modificare un protocollo a causa di una quantità eccessiva di denaro e di informare i membri «affidabili» del partito. A causa della chat, ieri Brandt ha annunciato le sue dimissioni da vicepresidente del PLR della città di Ginevra.

Sempre ieri, il Ministero pubblico cantonale ha confermato l’intenzione di rinviare a giudizio il consigliere di Stato. La vicenda si riferisce in particolare ad un viaggio ad Abu Dhabi avvenuto nel novembre del 2015.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1