«Il software non è ancora pronto»

E-voting

Intervista al giornalista e consulente informatico Paolo Attivissimo, tra i partecipanti del test per individuare i punti deboli del sistema della Posta

 «Il software non è ancora pronto»

«Il software non è ancora pronto»

 «Il software non è ancora pronto»
(Foto Reguzzi)

«Il software non è ancora pronto»

(Foto Reguzzi)

Un invito a fare male, a puntare il dito sulle vulnerabilità più o meno superficiali. Hacker provenienti da gran parte del globo tenteranno di individuare i punti deboli del sistema di voto elettronico messo a punto dalla Posta. Paolo Attivissimo è tra questi.

Paolo Attivissimo, lei è tra gli iscritti al test della Posta. Cosa l’ha spinta a parteciparvi?

«Apprezzamento e curiosità professionale. È raro e piacevole vedere un’operazione di trasparenza come questa, soprattutto su un tema così delicato come il voto. Professionalmente, mi interessa moltissimo vedere quali tecniche vengono usate per un problema informaticamente molto difficile come garantire al tempo stesso la certezza del voto e il suo anonimato».

Di recente è stato aspramente criticato il codice sorgente del software. Pare sia...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 2

    I Verdi puntano al Consiglio federale

    POLITICA

    «Se il PS fosse piazzato peggio del PLR dopo le elezioni federali del 2023», potrebbero mettere nel mirino una poltrona socialista, ma la strategia prioritaria resta quella di scalzare dal governo uno dei due liberali-radicali

  • 3
  • 4

    Popolazione: il 38% ha un passato migratorio

    SVIZZERA

    Secondo i dati dell’UST, tra i 2.766.000 persone con più di 15 anni, quattro quinti sono venuti al mondo fuori dai confini nazionali e fanno dunque parte di quelle che viene definita la prima generazione di stranieri, il rimanente 20% è nato in Svizzera

  • 5

    Aiuti ai trasporti pubblici anche nel 2021

    CAMERE FEDERALI

    Il nuovo pacchetto di misure approvato dal Nazionale intende estendere di un anno la durata della legge esistente che attualmente concerne il solo 2020 – Ora toccherà agli Stati esprimersi

  • 1
  • 1