Il tempo per cambiarsi verrà pagato

Prima in Svizzera

L’aumento di stipendio si applica a tutti gli ospedali e le cliniche bernesi che aderiscono al contratto collettivo di lavoro

 Il tempo per cambiarsi verrà pagato
©CdT/Archivio

Il tempo per cambiarsi verrà pagato

©CdT/Archivio

Nelle discussioni sul tempo necessario a cambiarsi per il personale degli ospedali si è arrivati ad una prima in Svizzera: nel canton Berna le parti sociali si sono accordate su un supplemento al salario.

L’intesa è stata raggiunta nel quadro delle trattative per gli stipendi 2020. La nuova regola si applica a tutti gli ospedali e le cliniche bernesi che aderiscono al contratto collettivo di lavoro, si legge in un comunicato odierno di nosocomi, associazioni del personale e sindacato SSP.

La novità riguarda gli impiegati che devono cambiarsi fuori dall’orario di lavoro. Il gruppo dell’Inselspital verserà 60 franchi al mese, mentre gli altri ospedali 50 franchi. La differenza si spiega con i maggiori tempi di percorrenza necessari nel primo nosocomio.

L’argomento è spesso discusso e diverse persone attive nel settore si lamentano del fatto che il tempo necessario a cambiarsi non è remunerato. A San Gallo recentemente è stato deciso che queste operazioni conteranno come orario di lavoro, mentre in altri cantoni sono in corso trattative concrete. La soluzione bernese è però la prima legata al contratto collettivo di lavoro.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1