Il Vallese prolunga le misure

Coronavirus

Il calo dei contagi non è bastato per allentare i provvedimenti in vigore che varranno invece fino al 13 dicembre e non solo fino a fine mese come inizialmente previsto

Il Vallese prolunga le misure
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Vallese prolunga le misure

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Nonostante il calo dei contagi da Covid-19, il canton Vallese ha deciso di prolungare le misure restrittive, decise il 22 ottobre scorso, fino al 13 dicembre a mezzanotte. Inizialmente esse dovevano scadere a fine novembre. Lo ha reso noto oggi il Governo vallesano.

Rimarranno quindi chiusi bar e ristoranti e ferme le attività del tempo libero. Manifestazioni con più di 10 persone, pubbliche o private, saranno sempre vietate, così come le competizioni sportive non professionistiche (queste ultime potranno avvenire a porte chiuse). L’obiettivo è di ridurre la pressione sugli ospedali vallesani, rimasta alta nonostante la riduzione dei casi positivi.

Il governo ha tuttavia deciso alcuni allentamenti alla situazione attuale: in particolare, saranno ammesse fino a 50 persone alle cerimonie religiose (previo rispetto delle distanze e delle misure di igiene), bambini e ragazzi fino a 16 anni potranno riprendere l’attività sportiva in linea con le disposizioni federali, mentre in ospedali e case anziani le visite saranno consentite, ma a severe condizioni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1