Il Vaticano, il palazzo a Londra e le sentenze di Losanna

IL CASO

Nell’ambito dello scandalo scoppiato a fine 2019 per l’acquisto dell’immobile con parte dei soldi destinati ai poveri il Tribunale federale si è appena pronunciato su dieci ricorsi riguardanti l’assistenza giudiziaria internazionale - Tutti sono stati respinti: ecco di cosa si tratta

Il Vaticano, il palazzo a Londra e le sentenze di Losanna
Papa Francesco. © EPA

Il Vaticano, il palazzo a Londra e le sentenze di Losanna

Papa Francesco. © EPA

Il Vaticano, il palazzo a Londra e le sentenze di Losanna
© AP PHOTO

Il Vaticano, il palazzo a Londra e le sentenze di Losanna

© AP PHOTO

«Abbiamo scoperchiato noi la pentola», disse Papa Francesco a fine novembre 2019. Un paio di mesi prima era scoppiato lo scandalo del palazzo a Londra (nell’esclusivo quartiere di Chelsea) acquistato dal Vaticano in parte con i soldi dell’Obolo di San Pietro, dove confluiscono le donazioni ricevute dal pontefice per aiutare i poveri. Per quella vicenda il Promotore di giustizia (ossia l’equivalente del nostro procuratore pubblico) del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano ha aperto un procedimento penale nei confronti di alcune persone (quattro in particolare) – perlopiù funzionari vaticani – per titolo di abuso di autorità, peculato, corruzione, riciclaggio di denaro, autoriciclaggio e impiego di proventi di attività criminose nonché per associazione a delinquere.

Ne scriviamo oggi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1