In bicicletta, bambini più sicuri nei rimorchi

strada

L’Ufficio prevenzione infortuni si attiva contro gli incidenti ai danni dei più piccoli e mette in luce i vantaggi del carrello portabimbi

In bicicletta, bambini più sicuri nei rimorchi
©Shutterstock.com

In bicicletta, bambini più sicuri nei rimorchi

©Shutterstock.com

Ogni anno, circa 8500 bambini si infortunano in incidenti stradali, anche durante il trasporto in bici. Secondo l’Ufficio prevenzione infortuni (upi) il modo più sicuro di circolare in bicicletta portando un bambino è di metterlo nell’apposito rimorchio invece che nel seggiolino.

Il vantaggio del carrello portabimbi è che nella maggior parte degli incidenti il rimorchio della bicicletta non si ribalta, ma viene spostato di lato, indica un comunicato odierno dell’upi. Al contrario se il piccolo viaggia nel seggiolino per bici cade dall’alto sulla strada.

Le caratteristiche che contano nella scelta di un carrello portabimbi sono soprattutto la qualità della cintura, la posizione della seduta, un sufficiente spazio libero attorno alla testa nonché la solidità del rimorchio, compresa quella del montante. Il carrello portabimbi dovrebbe riportare le indicazioni sul produttore e sulla conformità con la norma EN 15918, precisa l’upi.

Se per motivi di costo o di spazio si opta per un seggiolino per bici, è importante assicurarsi che la seduta sia munita di cinture a bretelle regolabili nonché di poggiapiedi con cinturini di fissaggio regolabili, indica l’upi. Un buon prodotto è omologato EN 14344 e dotato di uno schienale di almeno 40 cm di altezza. Inoltre, l’upi raccomanda di utilizzare seggiolini che vanno fissati dietro al veicolo: con un seggiolino fissato davanti il conducente viene distratto più facilmente.

Per le bici da carico, non molto diffuse in Svizzera secondo l’upi, è importante scegliere un modello che per ogni bambino trasportato disponga di una seduta con cintura di sicurezza certificata (a 3 o a 5 punti). La navicella deve essere stabile e solida. Inoltre, va fissata in modo che i bambini non tocchino con le mani o i piedi né la strada né parti mobili della bici, soprattutto ruote e raggi. A causa del rischio di ribaltamento l’upi consiglia inoltre i modelli con tre ruote invece di due.

L’upi sottolinea poi che a prescindere dal tipo di trasporto, sia il bambino sia il conducente dovrebbero indossare il casco. Inoltre ritiene importante avere una bicicletta stabile con freni in buono stato e di un poggiapiedi doppio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Urta una bici e scappa

    grigioni

    L’incidente è avvenuto questa notte a Zizers - Il 30.enne, che stava spingendo la biciletta al momento dello scontro, ha riportato delle ferite alla testa

  • 2
  • 3

    Decisioni importanti in diversi cantoni

    votazioni

    Il 27 settembre i cittadini si esprimeranno anche a livello cantonale - I temi sono per esempio le classi bilingue, l’energia degli immobili o ancora il salario minimo

  • 4

    Cercatore di funghi cade in un riale

    roveredo

    L’uomo è scivolato per centocinquanta metri, ferendosi - È stato elitrasportato al pronto soccorso dell’ospedale Civico di Lugano, la sua vita non dovrebbe essere in pericolo

  • 5

    Proteste a Zurigo contro la «corona-bugia»

    Pandemia

    Sono circa 500 le persone che si sono raccolte oggi nella città sulla Limmat per manifestare il proprio malcontento nei confronti delle misure del Governo - Presenti anche personaggi noti all’opinione pubblica - LE FOTO

  • 1
  • 1