In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Pandemia

I contagi confermati nel Paese sono 30.956, mentre i decessi legati al coronavirus, secondo l’UFSP, sono 1.661 - Tutti gli aggiornamenti sull’emergenza coronavirus nella Confederazione

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso
©KEYSTONE/Alessandro Crinari

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

©KEYSTONE/Alessandro Crinari

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso
©EPA/DIEGO AZUBEL

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

©EPA/DIEGO AZUBEL

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso
© KEYSTONE/Martial Trezzini

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

© KEYSTONE/Martial Trezzini

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso
© AP Photo/David Zalubowsk

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

© AP Photo/David Zalubowsk

Tutti gli aggiornamenti sull’emergenza coronavirus in Svizzera (qui la mappa e i grafici dal primo caso in Ticino ad oggi). Ricordiamo che è possibile abbonarsi gratuitamente al CdT per un mese, per avere accesso a tutti i contenuti. Qui tutti i dati sull’epidemia nella Confederazione fino al 14 maggio.

Sabato 6 giugno

La Svizzera e il Principato del Liechtenstein hanno registrato finora un totale di 30.956 casi confermati in laboratorio, il che significa 20 casi dichiarati supplementari in un giorno. L’incidenza ammonta a 361 per 100 mila abitanti. Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono stati registrati 1.661 decessi in relazione a COVID-19 confermati in laboratorio. Lo comunica l’UFSP.

Venerdì 5 giugno

La Svizzera e il Principato del Liechtenstein hanno registrato finora un totale di 30.936 casi confermati in laboratorio, il che significa 23 casi dichiarati supplementari in un giorno. L’incidenza ammonta a 360 per 100 mila abitanti. Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono stati registrati 1.660 decessi in relazione a COVID-19 confermati in laboratorio. Lo comunica l’UFSP.

In Ticino si è nuovamente registrato un incoraggiante doppio zero, con i decessi che sono fermi a 348 dal 25 maggio. Il numero complessivo dei contagi è di 3316. L’ultimo aggiornamento disponibile dei Grigioni parla di casi (828) e morti (48) stabili.

L’incidenza vede come sempre in testa Ginevra, con 1048,7 casi ogni 100’000 abitanti. Seguono Ticino (930/100’000) e Vaud (695,2/100’000). I Grigioni sono fermi a 403,8/100’000.

Giovedì 4 giugno

Nelle ultime 24 ore in Svizzera e nel Liechtenstein sono stati diagnosticati 20 nuovi casi di COVID-19 per un totale di 30.913, stando alle cifre pubblicate oggi dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

L’incidenza, vale a dire il numero di casi ogni 100 mila abitanti, a livello nazionale è di 360. Vista la modesta evoluzione dei nuovi contagi, la graduatoria cantonale rimane evidentemente immutata, con l’incidenza più elevata registrata a Ginevra (1048,5), davanti a Ticino (930,0) e Vaud (694,9). Nei Grigioni il dato è di 403,8.

I decessi, sempre stando alle cifre UFSP, rimangono a quota 1660 (uguale a ieri). L’incidenza è di 19 morti ogni 100 mila abitanti. Stando invece al computo effettuato da Keystone-ATS, che si riferisce alle informazioni pubblicate dai Cantoni fino a mezzogiorno, la malattia ha causato 1921 morti.

In Ticino, indica un comunicato diramato dallo Stato maggiore cantonale di condotta, è stato registrato un nuovo caso, per un totale di 3316. Nel cantone non si sono censiti nuovi decessi, che complessivamente, dal 25 febbraio, ammontano a 348.

Mercoledì 3 giugno

(Aggiornato) - Nelle ultime 24 ore in Svizzera e nel Liechtenstein sono stati diagnosticati 19 nuovi casi di Covid-19, stando alle cifre pubblicate oggi dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Il numero di nuove infezioni si mantiene dunque a livelli bassi. Ieri erano state tre. L’altro ieri i nuovi contagi erano stati nove, domenica 17, tanti quanto sabato, contro 32 venerdì. Complessivamente, in base alle informazioni fornite all’UFSP da medici e laboratori fino alle 8 di oggi, i contagiati nella Confederazione e nel Principato sfiorano quota 31.000 (30.893).

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

L’incidenza, vale a dire il numero di casi ogni 100.000 abitanti, a livello nazionale è di 360. Vista la modesta evoluzione dei nuovi contagi, la graduatoria cantonale rimane evidentemente immutata, con l’incidenza più elevata registrata a Ginevra (1048), davanti a Ticino (930) e Vaud (694). Nei Grigioni il dato è di 404.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

I decessi nei due Paesi, sempre stando alla medesima banca dati, oggi hanno raggiunto quota 1660 (+3 in 24 ore). L’incidenza è di 19 morti ogni 100’000 abitanti. Stando invece al computo effettuato da Keystone-ATS, che si riferisce alle informazioni pubblicate dai Cantoni fino a mezzogiorno, la malattia ha causato 1921 morti, uno in più di ieri.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

In Ticino, indica un comunicato diramato dallo Stato maggiore cantonale di condotta, che si riferisce alla situazione alle 8.00, non sono stati registrati nuovi casi di contagio, che rimangono dunque a quota 3315. Nel cantone non si sono neppure censiti nuovi decessi, che complessivamente, dal 25 febbraio, ammontano a 348.

Martedì 2 giugno

Sono 3 i nuovi contagi registrati in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein nelle ultime 24 ore, arrivando così ad un totale di 30.874 persone positive dall’inizio della pandemia. Ieri i nuovi contagi erano stati 9, domenica 17, tanti quanto sabato, mentre venerdì erano 32. Le incidenze più elevate vengono osservate nei cantoni di Ginevra (1,0), Ticino (0,9) e Vaud (0,7).

I morti oggi attribuiti alla COVID-19 sono 1657, numero invariato rispetto a ieri. Anche negli scorsi giorni non vi erano stati decessi: per ritrovare dei morti (due) bisogna risalire a venerdì. Su una base di 100.000 svizzeri i decessi sono 19.

In Ticino da due giorni non vi sono nuovi casi, da oltre una settimana nemmeno decessi.

Lunedì 1. giugno

Sono stati 9 i nuovi contagi registrati in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein, per un totale di 30.871 persone infette dalla comparsa del virus nel nostro Paese. I decessi sono fermi a 1.657, ossia nessun caso in più rispetto a ieri (l’ultimo aumento precedente era stato registrato venerdì, con due morti in più rispetto a giovedì, uno dei quali un neonato). L’incidenza ammonta a 360 per 100.000 abitanti. Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1.920.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

In Ticino nelle ultime 24 non sono stati registrati nuovi casi positivi (totale 3.315) e nemmeno decessi (totale 348). Nei Grigioni i dati si riferiscono sempre al 28 maggio: i casi complessivi sono 827 e le persone decedute 48. Ginevra è il cantone con l’incidenza di contagi più elevata (1.047,7 casi ogni 100.000 abitanti), seguita dal Ticino (929,7/100.000). Nei Grigioni si attesta a 403,3 casi ogni 100.000 abitanti.

Test eseguiti

A livello svizzero, il numero dei test per SARS-CoV-2 eseguiti finora ammonta complessivamente a 399.215, di cui 9% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona, precisa l’UFSP). La fascia d’età dei casi finora confermati in laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore). I ricoveri ospedalieri confermati sono 3.972. Delle 3.545 persone per le quali esistono dati completi, l’86% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 102 anni, per una mediana di 71 anni.

Per quel che riguarda i decessi, su 1.573 persone con dati completi il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100.000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età ed aumentata rapidamente con un picco per le persone di 80 anni e più, sottolinea l’UFSP.

Domenica 31 maggio

Nelle ultime 24 ore si sono registrati 17 nuovi casi di coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein. Il totale sale così a 30.862. L’incidenza della malattia a livello nazionale è di 360 casi ogni 100.000 abitanti. Il numero di decessi è rimasto invariato rispetto a ieri, a 1.657. Il tasso quindi è di 19 morti ogni 100.000 abitanti, indica oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) nel consueto bilancio. Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1’920.

Evoluzione temporale

Il numero dei test per SARS-CoV-2, il virus che causa la COVID-19, eseguiti finora ammonta complessivamente a 397 691, di cui 9% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona).

Ripartizione per età e sesso dei casi

La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà un’età superiore a quest’età). Nel 46% dei casi si tratta di uomini, nel 54% di donne. Gli adulti sono stati notevolmente più colpiti dei bambini. Negli adulti a partire dai 60 anni, gli uomini sono stati più colpiti delle donne, mentre negli adulti sotto i 60 anni le donne più degli uomini. Per entrambi i sessi, l’incidenza è stata più alta tra le persone di 80 anni e più.

Ripartizione cantonale dei casi

In Ticino - stando ai dati divulgati stamane dalle autorità cantonali - nelle ultime 24 ore si sono registrati due nuovi casi positivi (totale 3.315) ma nessun decesso (totale 348). Nei Grigioni i dati si riferiscono sempre al 28 maggio: i casi complessivi sono 827 e le persone decedute 48. Ginevra è il cantone con l’incidenza di contagi più elevata (1.047,7 casi ogni 100.000 abitanti), seguita dal Ticino (929,7/100.000). Nei Grigioni si attesta a 403,3 casi ogni 100.000 abitanti.

Ospedalizzazioni

Ad oggi, sono stati segnalati 3.972 ricoveri ospedalieri in relazione alla COVID-19 confermata in laboratorio. Su 3.545 persone ricoverate in ospedale con dati completi, il 14% non aveva malattie preesistenti rilevanti e l’86% aveva una o più malattie preesistenti. Le patologie citate più frequentemente sono l’ipertensione arteriosa (52%), le malattie cardiovascolari (34%) e il diabete (23%). Tra le persone ricoverate in ospedale, i tre sintomi citati più frequentemente erano febbre (66%), tosse (63%) e problemi respiratori (41%). Il 46% dei casi aveva la polmonite.

Ripartizione per età e sesso dei casi ospedalizzati

La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni, per un’età mediana di 71 anni. Nel 60% dei casi si tratta di uomini, nel 40% di donne. Il numero di persone ricoverate in ospedale era più alto tra gli uomini che tra le donne, a tutte le età. L’incidenza aumenta notevolmente con l’età, con un picco nelle persone di 80 anni e più.

Decessi

Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono morte 1.657 persone che sono risultate positive alla COVID-19 in laboratorio. Ciò corrisponde a 19 morti per 100 000 abitanti.

Su 1573 persone decedute con dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. Le tre malattie preesistenti più frequentemente menzionate sono l’ipertensione arteriosa (63%), le malattie cardiovascolari (57%) e il diabete (26%).

Ripartizione per età e sesso dei casi deceduti

Dei deceduti, 58% erano uomini e 42% donne. La fascia d’età va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100 000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, ed aumentata rapidamente con l’età, con un picco per le persone di 80 anni e più.

Isolamento e quarantena

Per evitare la trasmissione del virus SARS-CoV-2 che causa i casi di COVID-19, le autorità cantonali competenti possono mettere in isolamento le persone identificate come potenziali trasmettitori, rispettivamente mettere in quarantena durante 10 giorni le persone con le quali hanno avuto uno stretto contatto quando erano contagiose. I Cantoni dichiarano due volte alla settimana – il martedì e il giovedì – all’Ufficio federale della sanità pubblica il numero di casi COVID-19 in isolamento e il numero di contatti in quarantena. Il 29.5.2020 questa statistica era disponibile per 25 cantoni e per il Principato del Liechtenstein. Un totale di 165 casi erano in isolamento e 397 in quarantena.

Sabato 30 maggio

Sono 17 i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 30’845. L’incidenza della malattia a livello nazionale è di 359 casi ogni 100’000 abitanti.

Il numero di decessi è rimasto invariato rispetto a ieri, a 1’657. Il tasso quindi è di 19 morti ogni 100’000 abitanti, indica oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) nel consueto bilancio. Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1’919.

In Ticino - stando ai dati divulgati stamane dalle autorità cantonali - nelle ultime 24 ore non si sono registrati nuovi casi positivi (totale 3’313) né decessi (totale 348). Nei Grigioni i dati si riferiscono sempre al 28 maggio: i casi complessivi sono 827 e le persone decedute 48.

Ginevra è il cantone con l’incidenza di contagi più elevata (1’046,5 casi ogni 100’000 abitanti), seguita dal Ticino (929,1/100’000). Nei Grigioni si attesta a 403,3 casi ogni 100’000 abitanti.

A livello svizzero, il numero dei test per SARS-CoV-2 eseguiti finora ammonta complessivamente a 394’717, di cui 9% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona, precisa l’UFSP). La fascia d’età dei casi finora confermati in laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore).

I ricoveri ospedalieri confermati sono 3’971. Delle 3’544 persone per le quali esistono dati completi, l’86% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 102 anni, per una mediana di 72 anni.

Per quel che riguarda i decessi, su 1’573 persone con dati completi il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100 000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età ed aumentata rapidamente con un picco per le persone di 80 anni e più, sottolinea l’UFSP.

Venerdì 29 maggio

Sono 32 i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 30.828. L’incidenza della malattia a livello nazionale è di 359 casi ogni 100 mila abitanti.

Per la prima volta dallo scoppio dell’epidemia di coronavirus in Svizzera, tra le vittime si conta ora anche un bambino, originario del canton Argovia, contagiato all’estero, indica oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Il numero di decessi è salito a 1.657, due in più di ieri. Il tasso quindi è di 19 morti ogni 100 mila abitanti, afferma il consueto comunicato dell’UFSP. Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1.919.

In Ticino - stando ai dati divulgati stamane dalle autorità cantonali - nelle ultime 24 ore si sono registrati 3 nuovi casi positivi (totale 3.313) ma nessun decesso (totale 348). Nei Grigioni i dati si riferiscono a ieri: i casi complessivi sono 827 e le persone decedute 48.

Ginevra è il cantone con l’incidenza di contagi più elevata (1.046,1 casi ogni 100 mila abitanti), seguita dal Ticino (929,1/100 mila). Nei Grigioni si attesta a 403,3 casi ogni 100 mila abitanti.

A livello svizzero, il numero dei test per il SARS-CoV-2 eseguiti finora ammonta complessivamente a 390.697, di cui 10% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona, precisa l’UFSP). La fascia d’età dei casi finora confermati in laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore).

I ricoveri ospedalieri confermati sono 3.968. Delle 3.541 persone per le quali esistono dati completi, l’86% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 102 anni, per una mediana di 72 anni.

Per quel che riguarda i decessi, su 1.573 persone con dati completi il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100 000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età ed aumentata rapidamente con un picco per le persone di 80 anni e più, sottolinea l’UFSP.

Inoltre, nel consueto bilancio odierno è stato aggiunto il numero delle persone in isolamento (165) e in quarantena (397). I dati vengono forniti dai cantoni all’UFSP due volte a settimana. Per la giornata odierna questa statistica era disponibile per 25 cantoni e per il Principato del Liechtenstein, precisa l’UFSP.

Giovedì 28 maggio

Sono 20 i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 30.796. Il numero di decessi è salito invece a 1.655, 6 in più di ieri.

Evoluzione temporale

Il numero dei test per SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, eseguiti finora ammonta complessivamente a 385.822, di cui 10% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona).

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione per età e sesso dei casi

La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà un’età superiore a quest’età). Nel 46% dei casi si tratta di uomini, nel 54% di donne. Gli adulti sono stati notevolmente più colpiti dei bambini. Negli adulti a partire dai 60 anni, gli uomini sono stati più colpiti delle donne, mentre negli adulti sotto i 60 anni le donne più degli uomini. Per entrambi i sessi, l’incidenza è stata più alta tra le persone di 80 anni e più.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione cantonale dei casi

Sono stati dichiarati casi in tutti i cantoni e nel Principato del Liechtenstein. Tra i casi rientrano anche i singoli casi di persone che non hanno un domicilio permanente nei rispettivi cantoni. Rispetto al numero di abitanti, i Cantoni Ginevra, Ticino, Vaud, Basilea Città e Vallese sono i più colpiti.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ospedalizzazioni

Ad oggi, sono stati segnalati 3935 ricoveri ospedalieri in relazione alla COVID-19 confermata in laboratorio. Su 3505 persone ricoverate in ospedale con dati completi, il 13% non aveva malattie preesistenti rilevanti e l’87% aveva una o più malattie preesistenti. Le patologie citate più frequentemente sono l’ipertensione arteriosa (52%), le malattie cardiovascolari (34%) e il diabete (23%). Tra le persone ricoverate in ospedale, i tre sintomi citati più frequentemente erano febbre

(65%), tosse (62%) e problemi respiratori (40%). Il 45% dei casi aveva la polmonite.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione per età e sesso dei casi ospedalizzati

La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni, per un’età mediana di 72 anni. Nel 60% dei casi si tratta di uomini, nel 40% di donne. Il numero di persone ricoverate in ospedale era più alto tra gli uomini che tra le donne, a tutte le età. L’incidenza aumenta notevolmente con l’età, con un picco nelle persone di 80 anni e più.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Decessi

Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono morte 1655 persone che sono risultate positive alla COVID-19 in laboratorio. Ciò corrisponde a 19 morti per 100 000 abitanti. Su 1572 persone decedute con dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. Le tre malattie preesistenti più frequentemente menzionate sono l’ipertensione arteriosa

(63%), le malattie cardiovascolari (57%) e il diabete (26%).

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione per età e sesso dei casi deceduti

Dei deceduti, 58% erano uomini e 42% donne. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per un’età mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100 000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, ed aumentata rapidamente con l’età, con un picco per le persone di 80 anni e più

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso
Mercoledì 27 maggio

(Aggiornato alle 12.30) Sono 15 i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 30.776. L’incidenza della malattia a livello nazionale è di 359 casi ogni 100 mila abitanti.

Il numero di decessi è salito a 1.649, uno in più di ieri. Il tasso quindi è di 19 morti ogni 100 mila abitanti, afferma il consueto comunicato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1.917.

In Ticino - stando ai dati divulgati stamane dalle autorità cantonali - nelle ultime 24 ore non sono stati registrati nuovi casi positivi (totale 3.308) né decessi (totale 348). Nei Grigioni i dati si riferiscono a ieri: i casi complessivi sono 827 e le persone decedute 48.

Ginevra è il cantone con l’incidenza di contagi più elevata (1.044,7 casi ogni 100 mila abitanti), seguita dal Ticino (927,7/100 mila). Nei Grigioni si attesta a 403,3 casi ogni 100 mila abitanti.

A livello svizzero, il numero dei test per il SARS-CoV-2 eseguiti finora ammonta complessivamente a 380.671, di cui 10% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona, precisa l’UFSP). La fascia d’età dei casi finora confermati in laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore).

I ricoveri ospedalieri confermati sono 3.933. Delle 3.503 persone per le quali esistono dati completi, l’86% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 102 anni, per una mediana di 72 anni.

Per quel che riguarda i decessi, su 1.567 persone con dati completi il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100 mila abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età ed aumentata rapidamente con un picco per le persone di 80 anni e più, sottolinea l’UFSP.

Martedì 26 maggio

(Aggiornato alle 12.24) Sono 15 i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 30.761. L’incidenza della malattia a livello nazionale è di 358 casi ogni 100 mila abitanti.

Il numero di decessi è salito a 1.648, sei in più di ieri. Il tasso quindi è di 19 morti ogni 100 mila abitanti, afferma il consueto comunicato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1.913.

In Ticino - stando ai dati divulgati stamane dalle autorità cantonali - nelle ultime 24 ore si sono registrati due nuovi casi positivi (totale 3.308) e nessun decesso (totale 348).

Ginevra è il cantone con l’incidenza di contagi più elevata (1.044,3 casi ogni 100 mila abitanti), seguita dal Ticino (928/100 mila). Nei Grigioni si attesta a 402.8 casi ogni 100 mila abitanti.

A livello svizzero, il numero dei test per SARS-CoV-2 eseguiti finora ammonta complessivamente a 375.115, di cui 10% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona, precisa l’UFSP). La fascia d’età dei casi finora confermati in laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore).

I ricoveri ospedalieri confermati sono 3.930. Delle 3.389 persone per le quali esistono dati completi, l’86% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 102 anni, per una mediana di 72 anni.

Per quel che riguarda i decessi, su 1.564 persone con dati completi il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100 000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età ed aumentata rapidamente con un picco per le persone di 80 anni e più, sottolinea l’UFSP.

Lunedì 25 maggio

Nelle ultime 24 ore, i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein sono 10, per un totale di 30.746. . L’incidenza ammonta a 358 per 100.000 abitanti. Finora sono stati segnalati 1.642 decessi, ossia uno in più di ieri.

Evoluzione temporale

Il numero dei test per SARS-CoV-2, il virus che causa la COVID-19, eseguiti finora ammonta complessivamente a 372.146, di cui 10% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona).

Ripartizione per età e sesso dei casi

La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà un’età superiore a quest’età). Nel 46% dei casi si tratta di uomini, nel 54% di donne. Gli adulti sono stati notevolmente più colpiti dei bambini. Negli adulti a partire dai 60 anni, gli uomini sono stati più colpiti delle donne, mentre negli adulti sotto i 60 anni le donne più degli uomini. Per entrambi i sessi, l’incidenza è stata più alta tra le persone di 80 anni e più.

Ripartizione cantonale dei casi

Sono stati dichiarati casi in tutti i cantoni e nel Principato del Liechtenstein. Tra i casi rientrano anche i singoli casi di persone che non hanno un domicilio permanente nei rispettivi cantoni. Rispetto al numero di abitanti, i Cantoni Ginevra, Ticino, Vaud, Basilea Città e Vallese sono i più colpiti.

Ospedalizzazioni

Ad oggi, sono stati segnalati 3.927 ricoveri ospedalieri in relazione alla COVID-19 confermata in laboratorio. Su 3.386 persone ricoverate in ospedale con dati completi, il 13% non aveva malattie preesistenti rilevanti e l’87% aveva una o più malattie preesistenti. Le patologie citate più frequentemente sono l’ipertensione arteriosa (52%), le malattie cardiovascolari (34%) e il diabete (23%). Tra le persone ricoverate in ospedale, i tre sintomi citati più frequentemente erano febbre (66%), tosse (63%) e problemi respiratori (41%). Il 46% dei casi aveva la polmonite.

Ripartizione per età e sesso dei casi ospedalizzati

La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni, per un’età mediana di 72 anni. Nel 60% dei casi si tratta di uomini, nel 40% di donne. Il numero di persone ricoverate

in ospedale era più alto tra gli uomini che tra le donne, a tutte le età. L’incidenza aumenta notevolmente con l’età, con un picco nelle persone di 80 anni e più.

Decessi

Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono morte 1.642 persone che sono risultate positive alla COVID-19 in laboratorio. Ciò corrisponde a 19 morti per 100.000 abitanti. Su 1.559 persone decedute con dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. Le tre malattie preesistenti più frequentemente menzionate sono l’ipertensione arteriosa (64%), le malattie cardiovascolari (57%) e il diabete (26%).

Ripartizione per età e sesso dei casi deceduti

Dei deceduti, 58% erano uomini e 42% donne. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per un’età mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100.000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, ed aumentata rapidamente con l’età, con un picco per le persone di 80 anni e più.

Domenica 24 maggio

Sono rimasti stabili anche nelle ultime 24 ore i nuovi casi di coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein: se ne sono registrati infatti 11 in più rispetto a ieri per un totale di 30’736. L’incidenza ammonta a 358 casi per 100’000 abitanti.

Finora sono stati segnalati 1’641 decessi - uguale a ieri - legati alla COVID-19 confermati in laboratorio, si legge nel consueto comunicato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1’904.

In Ticino - in base ai dati divulgati stamane dalle autorità cantonali - nelle ultime 24 ore si è registrato un nuovo caso di contagio (totale 3’305) e un decesso supplementare (totale 347) a causa della pandemia di Covid-19.

L’incidenza più importante rimane quella nel canton Ginevra (1’044,1 casi ogni 100’000 abitanti), seguita da quella in Ticino (926,9/100’000). Nei Grigioni il dato si attesta a 402,8 casi ogni 100’000 abitanti.

A livello svizzero, il numero dei test per SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid-19, eseguiti finora ammonta complessivamente a 370’464, di cui il 10% sono risultati positivi. La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore).

Ad oggi, sono stati segnalati 3’926 ricoveri ospedalieri confermati. Su 3’385 persone con dati completi, l’86% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 102 anni, per una mediana di 72 anni.

Per quel che riguarda i decessi, su 1’558 persone con dati completi il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, sottolinea l’UFSP.

Sabato 23 maggio

(Aggiornato alle 12.33) Sono rimasti sotto controllo anche nelle ultime 24 ore i nuovi casi di coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein: se ne sono registrati infatti 18 in più rispetto a ieri per un totale di 30.725. L’incidenza ammonta a 358 casi per 100 mila abitanti. Finora sono stati segnalati 1.641 decessi legati alla COVID-19 confermati in laboratorio, ossia 3 in più di ieri, si legge nel consueto comunicato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1.903.

In Ticino nelle ultime 24 ore non si sono registrati nuovi casi di contagio (totale 3.304), ma un decesso supplementare (totale 346) a causa della pandemia della COVID-19. Nei Grigioni i dati si riferiscono sempre al 19 maggio: i casi complessivi restano quindi fermi a 824 e le persone decedute a 48.

L’incidenza più importante rimane quella nel canton Ginevra (1.043,1 casi ogni 100 mila abitanti), seguita da quella in Ticino (926,3/100 mila). Nei Grigioni il dato si attesta a 402,8 casi ogni 100 mila abitanti.

A livello svizzero, il numero dei test per SARS-CoV-2 eseguiti finora ammonta complessivamente a 367.037, di cui il 10% sono risultati positivi. La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore).

Ad oggi, sono stati segnalati 3.923 ricoveri ospedalieri confermati. Su 3.384 persone con dati completi, l’86% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 102 anni, per una mediana di 72 anni.

Per quel che riguarda i decessi, su 1.558 persone con dati completi il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, sottolinea l’UFSP.

Venerdì 22 maggio

Nelle ultime 24 ore, i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein sono 13, per un totale di 30.707. L’incidenza ammonta a 358 per 100 mila abitanti. Finora sono stati segnalati 1.638 decessi confermati in laboratorio, si legge nel consueto comunicato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Non risulterebbero dunque nuovi decessi, ma sappiamo che in Ticino è stato registrato un nuovo morto. I numeri odierni si basano sulle dichiarazioni che l’UFSP ha ricevuto fino a questa mattina. Ecco perché i dati di questo rapporto possono divergere da quelli comunicati dai Cantoni. Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1.902.

Evoluzione temporale

Il numero dei test per SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, eseguiti finora ammonta complessivamente a 364.321, di cui 10% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona).

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione per età e sesso dei casi

La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà un’età superiore a quest’età). Nel 46% dei casi si tratta di uomini, nel 54% di donne. Gli adulti sono stati notevolmente più colpiti dei bambini. Negli adulti a partire dai 60 anni, gli uomini sono stati più colpiti delle donne, mentre negli adulti sotto i 60 anni le donne più degli uomini. Per entrambi i sessi, l’incidenza è stata più alta tra le persone di 80 anni e più.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione cantonale dei casi

In Ticino nelle ultime 24 ore si sono registrati tre nuovi casi di contagio (totale 3.304) e un morto (totale 345). Nei Grigioni i dati si riferiscono sempre al 19 maggio: i casi complessivi restano quindi fermi a 824 e le persone decedute a 48. L’incidenza più importante rimane quella nel canton Ginevra (1.043,1 casi ogni 100.000 abitanti), seguita da quella in Ticino (926,6/100.000). Nei Grigioni il dato si attesta a 402,3 casi ogni 100.000 abitanti.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ospedalizzazioni

Ad oggi, sono stati segnalati 3919 ricoveri ospedalieri in relazione alla COVID-19 confermata in laboratorio. Su 3.381 persone ricoverate in ospedale con dati completi, il 13% non aveva malattie preesistenti rilevanti e l’87% aveva una o più malattie preesistenti. Le patologie citate più frequentemente sono l’ipertensione arteriosa (52%), le malattie cardiovascolari (33%) e il diabete (23%). Tra le persone ricoverate in ospedale, i tre sintomi citati più frequentemente erano febbre (66%), tosse (63%) e problemi respiratori (41%). Il 46% dei casi aveva la polmonite.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione per età e sesso dei casi ospedalizzati

La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni, per un’età mediana di 72 anni. Nel 60% dei casi si tratta di uomini, nel 40% di donne. Il numero di persone ricoverate in ospedale era più alto tra gli uomini che tra le donne, a tutte le età. L’incidenza aumenta notevolmente con l’età, con un picco nelle persone di 80 anni e più.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Decessi

Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono morte 1.638 persone che sono risultate positive alla COVID-19 in laboratorio. Ciò corrisponde a 19 morti per 100.000 abitanti. Su 1.555 persone decedute con dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. Le tre malattie preesistenti più frequentemente menzionate sono l’ipertensione arteriosa (64%), le malattie cardiovascolari (57%) e il diabete (26%).

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione per età e sesso dei casi deceduti

Dei deceduti, 58% erano uomini e 42% donne. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per un’età mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100 000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, ed aumentata rapidamente con l’età, con un picco per le persone di 80 anni e più.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso
Giovedì 21 maggio

Nelle ultime 24 ore, i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein sono 36, per un totale di 30.694. L’incidenza ammonta a 358 per 100 mila abitanti. Finora sono stati segnalati 1.638 decessi confermati in laboratorio, si legge nel consueto comunicato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Un leggero aumento dei casi di contagio viene segnalato dal Ticino, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 14 casi (totale: 3.301) e nessun decesso (344): da tre settimane non si raggiungevano cifre analoghe. Ancora una volta invariata a 824 casi totali e 48 morti invece la situazione nei Grigioni.

L’incidenza più importante rimane quella nel canton Ginevra (1042,7 casi ogni 100’000 abitanti), seguita da quella in Ticino (924,9/100’000). Nei Grigioni il dato si attesta a 401,8 casi ogni 100’000 abitanti.

A livello svizzero, il numero dei test per SARS-CoV-2, il virus che causa Covid-19, eseguiti finora ammonta complessivamente a 361.692, di cui 10% sono risultati positivi. La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per una mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore).

Ad oggi, sono stati segnalati 3919 ricoveri ospedalieri confermati. Su 3381 persone con dati completi, l’87% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 0 a 102 anni, per una mediana di 72 anni.

Per quel che riguarda i decessi, su 1555 persone con dati completi il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, sottolinea l’UFSP.

Mercoledì 20 maggio

Nelle ultime 24 ore, i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein sono 40, per un totale di 30.658. L’incidenza ammonta a 357 per 100 mila abitanti. Finora sono stati segnalati 1.630 decessi confermati in laboratorio, si legge nel consueto comunicato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Secondo l’agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei singoli Cantoni, i morti sono invece 1.892.

Il numero dei test per SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, eseguiti finora ammonta complessivamente a 355.393, di cui 10% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona).

Ripartizione per età e sesso dei casi

La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà un’età superiore a quest’età). Nel 46% dei casi si tratta di uomini, nel 54% di donne. Gli adulti sono stati notevolmente più colpiti dei bambini. Negli adulti a partire dai 60 anni, gli uomini sono stati più colpiti delle donne, mentre negli adulti sotto i 60 anni le donne più degli uomini (Grafico 2). Per entrambi i sessi, l’incidenza è stata più alta tra le persone di 80 anni e più.

Ripartizione cantonale dei casi

L’incidenza più importante rimane quella nel Canton Ginevra (1.041,1 casi ogni 100.000 abitanti), seguita da quella in Ticino (921,8/100.000). Nei Grigioni il dato si attesta a 401,8 casi ogni 100.000 abitanti.

Ospedalizzazioni

Ad oggi, sono stati segnalati 3.912 ricoveri ospedalieri in relazione a COVID-19 confermata in laboratorio. Su 3.375 persone ricoverate in ospedale con dati completi, il 14% non aveva malattie preesistenti rilevanti e l’86% aveva una o più malattie preesistenti. Le patologie citate più frequentemente sono l’ipertensione arteriosa (53%), le malattie cardiovascolari (33%) e il diabete (23%). Tra le persone ricoverate in ospedale, i tre sintomi citati più frequentemente erano febbre (66%), tosse (63%) e problemi respiratori (41%). Il 46% dei casi aveva la polmonite.

Ripartizione per età e sesso dei casi ospedalizzati

La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni, per un’età mediana di 72 anni. Nel 60% dei casi si tratta di uomini, nel 40% di donne. Il numero di persone ricoverate in ospedale era più alto tra gli uomini che tra le donne, a tutte le età. L’incidenza aumenta notevolmente con l’età, con un picco nelle persone di 80 anni e più.

Decessi

Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono morte 1.630 persone che sono risultate positive alla COVID-19 in laboratorio. Ciò corrisponde a 19 morti per 100.000 abitanti. Su 1.550 persone decedute con dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. Le tre malattie preesistenti più frequentemente menzionate sono l’ipertensione arteriosa (64%), le malattie cardiovascolari (57%) e il diabete (26%).

Ripartizione per età e sesso dei casi deceduti

Dei deceduti, 58% erano uomini e 42% donne. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per un’età mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100.000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, ed aumentata rapidamente con l’età, con un picco per le persone di 80 anni e più.

Martedì 19 maggio

La Svizzera e il Principato del Liechtenstein hanno registrato finora un totale di 30.618 casi confermati in laboratorio, il che significa 21 casi dichiarati supplementari in un giorno. L’incidenza ammonta a 357 per 100.000 abitanti. Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono stati registrati 1.614 decessi in relazione alla COVID-19 confermati in laboratorio.

Evoluzione temporale

Il numero dei test per SARS-CoV-2 eseguiti finora ammonta complessivamente a 350.099, di cui 10% sono risultati positivi (più test positivi o negativi possono essere fatti per la stessa persona).

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione per età e sesso dei casi

La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà un’età superiore a quest’età). Nel 46% dei casi si tratta di uomini, nel 54% di donne. Gli adulti sono stati notevolmente più colpiti dei bambini. Negli adulti a partire dai 60 anni, gli uomini sono stati più colpiti delle donne, mentre negli adulti sotto i 60 anni le donne più degli uomini. Per entrambi i sessi, l’incidenza è stata più alta tra le persone di 80 anni e più.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione cantonale dei casi

Sono stati dichiarati casi in tutti i cantoni e nel Principato del Liechtenstein. Tra i casi rientrano anche i singoli casi di persone che non hanno un domicilio permanente nei rispettivi cantoni. Rispetto al numero di abitanti, i Cantoni Ginevra, Ticino, Vaud, Basilea Città e Vallese sono i più colpiti.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ospedalizzazioni

Ad oggi, sono stati segnalati 3.906 ricoveri ospedalieri in relazione alla COVID-19 confermata in laboratorio. Su 3479 persone ricoverate in ospedale con dati completi, il 14% non aveva malattie preesistenti rilevanti e l’86% aveva una o più malattie preesistenti. Le patologie citate più frequentemente sono l’ipertensione arteriosa (52%), le malattie cardiovascolari (33%) e il diabete (23%). Tra le persone ricoverate in ospedale, i tre sintomi citati più frequentemente erano febbre (66%), tosse (63%) e problemi respiratori (40%). Il 45% dei casi aveva la polmonite.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Ripartizione per età e sesso dei casi ospedalizzati

La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni, per un’età mediana di 72 anni. Nel 60% dei casi si tratta di uomini, nel 40% di donne. Il numero di persone ricoverate in ospedale era più alto tra gli uomini che tra le donne, a tutte le età. L’incidenza aumenta notevolmente con l’età, con un picco nelle persone di 80 anni e più.

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso

Decessi

Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono morte 1614 persone che sono risultate positive alla COVID-19 in laboratorio. Ciò corrisponde a 19 morti per 100.000 abitanti. Su 1538 persone decedute con dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. Le tre malattie preesistenti più frequentemente menzionate sono l’ipertensione arteriosa (64%), le malattie cardiovascolari (57%) e il diabete (26%).

In Svizzera 20 nuovi casi e un decesso
Lunedì 18 maggio

La Svizzera e il Principato del Liechtenstein hanno registrato finora un totale di 30.597 casi confermati in laboratorio, il che significa 10 casi supplementari in un giorno. L’incidenza ammonta a 356 per 100 mila abitanti. Secondo il bollettino odierno dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), non si sono registrati ulteriori decessi in relazione alla COVID-19 rispetto a ieri, nonostante il Ticino abbia annunciato questa mattina una nuova vittima. La Svizzera rimane così ferma a 1.603 morti.

Come noto, infatti, la Confederazione si appoggia sulle cifre fornite da laboratori e medici, il che spiega la discrepanza con quelle divulgate dai cantoni.

Domenica 17 maggio

Sono 15 le nuove infezioni da COVID-19 confermate in Svizzera nelle ultime 24 ore (30.587 in totale). Secondo il bollettino quotidiano dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), almeno 1603 persone (+1) sono morte. La diffusione del coronavirus si conferma in rallentamento, pur se i valori sono notoriamente più bassi nel fine settimana. Ieri l’incremento è stato di 58 contagi, fra giovedì e venerdì di 51. Secondo un conteggio dell’agenzia Keystone-ATS, basato sulle informazioni dei cantoni, i decessi legati al coronavirus sono 1.880. Da ricordare che la Confederazione si appoggia invece sulle cifre fornite da laboratori e medici, il che spiega tale discrepanza.

Nel rapporto odierno, pubblicato come di consuetudine sul suo sito, l’UFSP precisa che degli oltre 343.000 test effettuati finora, circa l’11% è risultato positivo. Più tamponi possono essere stati fatti alla stessa persona. L’incidenza della malattia (casi per 100.000 abitanti) a livello nazionale si situa a 356.

In Ticino - in base ai dati divulgati stamane dalle autorità cantonali - vi è stato un nuovo decesso, che porta il totale a 342. I casi sono 3284 (+4). Nei Grigioni (822 infezioni e 46 morti) le cifre non vengono aggiornate nel week-end. L’incidenza in Ticino ha raggiunto quota 920.9. Il nostro cantone è superato da Ginevra (1040.3) e seguito da Vaud (689.6) e Basilea Città (579.7). L’incidenza nei Grigioni è di 401.3 casi per 100.000 abitanti.

Ripartizione per età e sesso dei casi

La fascia d’età dei casi finora confermati da test di laboratorio va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà un’età superiore a quest’età). Nel 46% dei casi si tratta di uomini, nel 54% di donne. Gli adulti sono stati notevolmente più colpiti dei bambini. Negli adulti a partire dai 60 anni, gli uomini sono stati più colpiti delle donne, mentre negli adulti sotto i 60 anni le donne più degli uomini. Per entrambi i sessi, l’incidenza è stata più alta tra le persone di 80 anni e più.

Ospedalizzazioni

Ad oggi, sono stati segnalati 3.899 ricoveri ospedalieri in relazione alla COVID-19 confermata in laboratorio. Su 3.472 persone ricoverate in ospedale con dati completi, il 14% non aveva malattie preesistenti rilevanti e l’86% aveva una o più malattie preesistenti. Le patologie citate più frequentemente sono l’ipertensione arteriosa (52%), le malattie cardiovascolari (33%) e il diabete (23%). Tra le persone ricoverate in ospedale, i tre sintomi citati più frequentemente erano febbre (66%), tosse (63%) e problemi respiratori (40%). Il 45% dei casi aveva la polmonite.

Ripartizione per età e sesso dei casi ospedalizzati

La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni, per un’età mediana di 72 anni. Nel 60% dei casi si tratta di uomini, nel 40% di donne. Il numero di persone ricoverate in ospedale era più alto tra gli uomini che tra le donne, a tutte le età. L’incidenza aumenta notevolmente con l’età, con un picco nelle persone di 80 anni e più.

Decessi

Finora in Svizzera e nel Principato del Lichtenstein sono morte 1.603 persone che sono risultate positive alla COVID-19 in laboratorio. Ciò corrisponde a 19 morti per 100.000 abitanti. Su 1.529 persone decedute con dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. Le tre malattie preesistenti più frequentemente menzionate sono l’ipertensione arteriosa

(64%), le malattie cardiovascolari (57%) e il diabete (26%).

Ripartizione per età e sesso dei casi deceduti

Dei deceduti, 58% erano uomini e 42% donne. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per un’età mediana di 84 anni. Il numero di morti per 100.000 abitanti è stato da 2 a 3 volte superiore tra gli uomini rispetto alle donne, a seconda dell’età. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni di età, ed aumentata rapidamente con l’età, con un picco per le persone di 80 anni e più.

Sabato 16 maggio

La Svizzera e il Principato del Liechtenstein hanno registrato finora un totale di 30.572 casi confermati in laboratorio, il che significa 58 casi supplementari in un giorno. L’incidenza ammonta a 356 per 100 mila abitanti. Finora sono stati registrati 1.602 decessi in relazione alla COVID-19, ossia 7 in più di ieri. Lo comunica l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) nel bollettino odierno.

Venerdì 15 maggio

La Svizzera e il Principato del Liechtenstein hanno registrato finora un totale di 30.514 casi confermati in laboratorio, il che significa 51 casi supplementari in un giorno (ieri erano 30.463). Finora sono stati registrati 1.595 decessi in relazione alla COVID-19, ossia 6 in più di ieri (erano 1.589). Lo comunica l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) nel bollettino odierno. Secondo il conteggio dell’agenzia Keystone-ATS, basato sui dati dei cantoni, i decessi dovuti al Covid-19 sono invece già 1.872.

Test effettuati

Nel rapporto, pubblicato come di consuetudine sul suo sito, l’UFSP precisa che dei 334.274 test effettuati finora, circa l’11% è risultato positivo. L’incidenza della malattia (casi per 100.000 abitanti) a livello nazionale si situa a 356. In Ticino - in base ai dati divulgati dalle autorità cantonali - non vi sono stati decessi (totale 341). I nuovi casi sono 7 per un totale di 3279. Nei Grigioni i morti sono fermi a 46 e le infezioni totali sono 822 (+1).

Il paragone tra cantoni

Il Ticino è il secondo cantone con l’incidenza più alta (919,5 per 100.000 abitanti). Il cantone italofono è superato da Ginevra (1038,3) e seguito da Vaud (688,9) e Basilea Città (578,1). Nei Grigioni l’incidenza è di 401,3.

I ricoveri

L’UFSP dispone anche dei dati di 3459 ricoverati in ospedale. La loro età varia da 0 a 102 anni, con un’età mediana di 72 anni (il 50% ha un’età inferiore, il 50% superiore). L’86% dei ricoverati aveva una o più patologie preesistenti, in particolare ipertensione arteriosa, malattie cardiovascolari o diabete. Su 1521 persone decedute di cui si hanno dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti.

Giovedì 14 maggio

Continuano a rimanere limitati i nuovi casi di coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein: nelle ultime 24 ore sono stati 50, che portano il totale a 30’463. L’incidenza ammonta a 355 malati ogni 100.000 abitanti.

I decessi per Covid-19, si legge nell’abituale comunicato dell’Ufficio federale di sanità pubblica (UFSP), sono 1.589. Buone notizie arrivano dal Ticino, dove per la seconda volta in tre giorni si registrano zero nuovi casi (totale 3.272) e zero decessi (totale 341) in 24 ore. Nei Grigioni i casi rimangono fermi a 821 e i morti a 46.

Il numero dei test per SARS-CoV-2, il virus che causa la Covid-19, eseguiti finora in Svizzera ammonta complessivamente a più di 328’163, di cui l’11% sono risultati positivi. La fascia d’età dei casi finora confermati va da 0 a 108 anni, per un’età mediana di 52 anni (la metà dei casi ha un’età inferiore, l’altra metà superiore).

Il cantone con la maggiore incidenza rimane Ginevra, con 1037,1 casi ogni 100’000 abitanti, segue il Ticino con 917,5/100’000. I Grigioni si attestano a 400,7/100’000.

Ad oggi, sono stati segnalati 3881 ricoveri. Su 3454 persone ricoverate e per cui sono disponibili dati completi, l’87% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni, per una mediana di 72 anni.

Su 1515 persone decedute per cui si dispone di dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti. Il 58% erano uomini e 42% donne. La fascia d’età va da 31 a 108 anni, per una mediana di 84 anni. L’incidenza è molto bassa per le persone sotto i 60 anni.

Mercoledi 13 maggio

La Svizzera e il Principato del Liechtenstein hanno registrato finora un totale di 30.413 casi confermati in laboratorio, il che significa 33 casi supplementari in un giorno. L’incidenza ammonta a 354 per 100 mila abitanti. Finora sono stati registrati 1.564 decessi in relazione alla COVID-19, ossia 3 in più di ieri. Lo comunica l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) nel bollettino odierno.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1