Incontro cordiale Cassis-Hahn a Bruxelles

Svizzera-UE

Il ministro degli esteri elvetico e il commissario europeo hanno avuto colloqui informali nel quadro delle relazioni attualmente tese fra il nostro Paese e l’Unione europea

Incontro cordiale Cassis-Hahn a Bruxelles
© CdT/ Chiara Zocchetti

Incontro cordiale Cassis-Hahn a Bruxelles

© CdT/ Chiara Zocchetti

(Aggiornato alle 20.47) ll ministro degli esteri Ignazio Cassis e il commissario europeo Johannes Hahn, responsabile per il bilancio, si sono visti oggi a Bruxelles per colloqui informali nel quadro delle relazioni attualmente tese tra la Svizzera e l’UE. Al termine dell’incontro entrambi i ministri hanno definito le discussioni particolarmente cordiali.

Secondo le indicazioni di Cassis, l’argomento centrale dell’incontro era l’ulteriore partenariato sulla base dei trattati bilaterali. Egli ha ribadito che la Svizzera intende rimanere un partner affidabile e impegnato dell’UE.

La Svizzera rimane un importante partner dell’UE e i colloqui odierni sono stati buoni e amichevoli, ha scritto Hahn su Twitter. Nonostante le diverse posizioni su alcune questioni, è importante mantenere la base di fiducia reciproca e continuare il dialogo, ha sottolineato il responsabile per la programmazione finanziaria e il bilancio.

Cassis ha anche avuto un incontro informale con l’Alto rappresentante dell’Unione europea per la politica estera Josep Borrell. Stando a una nota del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), al centro dei colloqui vi erano soprattutto temi internazionali. In politica estera la Svizzera e l’UE sono partner importanti e condividono valori fondamentali quali la promozione della democrazia e dei diritti umani.

Il consigliere federale ha inoltre visto l’europarlamentare Lukas Mandl che, in qualità di membro della commissione per gli affari esteri, è stato incaricato di redigere un rapporto sulle relazioni Svizzera-UE per il Parlamento europeo.

Nella sua visita di due giorni a Bruxelles Cassis ha pure visitato la Missione della Svizzera presso l’Unione europea a Bruxelles, ha parlato con il personale della Missione e ha potuto farsi un’idea generale dei compiti attuali e futuri. In quest’occasione era accompagnato dalla segretaria di Stato Livia Leu, dal vicesegretario di Stato e capo della Divisione Europa del DFAE Patric Franzen e dal nuovo capo della Missione della Svizzera presso l’UE Rita Adam.

Le relazioni tra Berna e Bruxelles sono tese da fine maggio, quando il Consiglio federale ha deciso di interrompere i negoziati sull’accordo quadro istituzionale dopo anni di trattative. In seguito la Svizzera ha segnalato che ora vuole entrare in un dialogo politico con l’UE. Dal canto suo la Commissione europea vuole prendersi tempo fino all’autunno per decidere come procedere nelle relazioni con la Confederazione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1