Influenza stagionale in calo ma il Ticino è tra i più colpiti

Salute

Con un’incidenza di 607 casi ogni 100.000 abitanti nell’ultima settimana, la nostra regione e i Grigioni risultano di gran lunga i più sensibili

Influenza stagionale in calo ma il Ticino è tra i più colpiti
© Shutterstock

Influenza stagionale in calo ma il Ticino è tra i più colpiti

© Shutterstock

La curva dell’influenza stagionale continua scendere in Svizzera, secondo l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Molti malati sono tuttavia ancora a letto e la soglia dell’epidemia è ancora superata in tutto il paese. Ticino e Grigioni sono i cantoni più colpiti.

La scorsa settimana, i 146 medici del sistema Sentinella hanno segnalato 30 casi di malattie influenzali ogni 1000 visite. Se estrapolato, il dato corrisponde a 226 infezioni ogni 100.000 abitanti. Nella settimana precedente, la media era di 263 casi.

Con un’incidenza di 607 casi ogni 100.000 abitanti nell’ultima settimana, la regione che riunisce il Ticino e i Grigioni è quella che risulta di gran lunga più colpita.

Il valore epidemico di 69 casi di sospetta influenza ogni 100.000 abitanti è superato dalla seconda settimana di gennaio. L’epidemia ha raggiunto il suo apice nella prima settimana di febbraio e da allora si è appiattita, precisa l’UFSP.

Anche nella terza settimana di febbraio, la fascia più colpita è risultata quella fra 0 e quattro anni. Tra i 15 e i 29 anni le infezioni sono aumentate, mentre in tutte le altre fasce d’età sono rimaste invariate o sono diminuite. Attualmente in Svizzera sono presenti tre ceppi del virus, cosa insolita secondo l’UFSP.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1