L’appello dei Grigioni agli infermieri diplomati inattivi: «Annunciatevi»

pandemia

Il Cantone prevede che il forte aumento dei contagi «porterà ai propri limiti il sistema sanitario e il personale infermieristico che vi lavora» - Per questo la richiesta di registrarsi «in vista di un eventuale futuro obbligo di intervenire»

L’appello dei Grigioni agli infermieri diplomati inattivi: «Annunciatevi»
© Shutterstock

L’appello dei Grigioni agli infermieri diplomati inattivi: «Annunciatevi»

© Shutterstock

Con l’aumentare dei contagi da Omicron, il Governo dei Grigioni ha deciso di correre ai ripari: «Tutte le persone domiciliate nel cantone che dispongono di un diploma di infermiere diplomato, ma che attualmente non svolgono la professione appresa, sono tenute ad annunciarsi», ha spiegato l’esecutivo retico in un comunicato. A tale scopo è stato attivato un modulo su www.gr.ch/covid-personal.

«Il forte aumento dei contagi da coronavirus porterà ai propri limiti il sistema sanitario e il personale infermieristico che vi lavora. Al fine di garantire l’assistenza sanitaria, i residenti con una formazione nelle professioni indicate di seguito, ma che non svolgono la professione appresa e non fanno parte di un gruppo a rischio, sono tenute a registrarsi senza indugio in vista di un eventuale futuro obbligo di intervenire»:

- operatore/trice sociosanitario/a AFC

- certificato di capacità in cure infermieristiche pratiche della CRS

- infermiere/a diplomato/a DL I

- diploma: infermiere/a CIG/CCA/IMP/PSI

- infermiere/a in cure infermieristico-sanitarie DL II

- infermiere/a diplomato/a SSS

- PHD Nursing Science

- Master of Science in Nursing (MSN)

- Master of Science in cure infermieristiche (MScN) SUP

- infermiere/a diplomato/a SUP (Bachelor of Science in Nursing [BScN])

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1