L’omicidio di un 29.enne a Morges e i sospetti legami con il terrorismo

Canton Vaud

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha assunto la direzione delle indagini: «Il contesto del crimine è in fase di chiarimento»

L’omicidio di un 29.enne a Morges e i sospetti legami con il terrorismo

L’omicidio di un 29.enne a Morges e i sospetti legami con il terrorismo

Potrebbe avere un motivazione legata al terrorismo l’omicidio di un portoghese di 29 anni avvenuto sabato sera a Morges, nel canton Vaud: lo ha indicato il Ministero pubblico della Confederazione (MPC), che per questa ragione ha assunto la direzione delle indagini. «Il contesto del crimine è in fase di chiarimento», spiega la procura federale in un comunicato odierno. Il presunto omicida, un uomo arrestato ieri a Renens (VD), è già coinvolto come imputato in un procedimento penale condotto dal MPC ed è persona nota al Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) dal 2017. «Non si può escludere un possibile movente terroristico per il crimine di Morges», scrivono gli inquirenti federali. L’MPC conduce le indagini in stretta collaborazione con le autorità competenti del canton Vaud, con il SIC e con l’Ufficio federale di polizia (Fedpol). Il portoghese era stato accoltellato in pieno centro a Morges intorno alle 21.10. La vittima si trovava con la sua compagna in attesa davanti a un kebab situato a due passi dalla stazione, avevano riferito i media.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1