La filatelia diventa digitale, a ruba i cripto-francobolli

svizzera

Tutti in fila per accaparrarsi uno dei 175 mila pezzi messi sul mercato - La Posta: «Successo inatteso» - Alessandro Trivilini (SUPSI): «La moda degli NFT spopola in tutto il mondo, ma attenzione a credere in un successo facile»

La filatelia diventa digitale, a ruba i cripto-francobolli
© Posta/Shutterstock

La filatelia diventa digitale, a ruba i cripto-francobolli

© Posta/Shutterstock

Sito in tilt e code agli sportelli. Il lancio del primo cripto-francobollo della Posta ha suscitato grande interesse, persino oltre le attese. Lo Swiss Crypto Stamp - questo il nome del prodotto - ha tutte le caratteristiche di un francobollo tradizionale autoadesivo, con un valore di 8,90 franchi e il Cervino e la Luna raffigurati su uno sfondo blu. Quello che lo rende unico, però, è il fatto che permette l’accesso anche a un francobollo digitale, registrato in una blockchain, che può essere collezionato, scambiato o negoziato. La tiratura è di 175.000 esemplari. «Tutti esauriti entro mezzogiorno», ci ha confermato il Gigante Giallo.

Esauriti in poche ore

Nonostante nelle ultime settimane la Posta sia stata contattata da molti collezionisti interessati, «non ci aspettavamo che l’interesse...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1