«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

BERNA

Cannoni d’acqua e proiettili di gomma, ieri sera, contro i manifestanti in opposizione all’estensione del certificato COVID – «È stato chiesto loro più volte di non cercare di oltrepassare le protezioni e hanno risposto con il lancio di oggetti tra cui bottiglie e petardi»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»
© KEYSTONE/Peter Klaunzer

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

© KEYSTONE/Peter Klaunzer

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

«La polizia ha sventato un possibile assalto a Palazzo federale»

Si è conclusa con l’utilizzo, da parte della polizia, di spray urticante, cannoni d’acqua e proiettili di gomma la manifestazione non autorizzata inscenata ieri sera a Berna contro l’estensione del certificato COVID. La polizia cantonale bernese, in un comunicato stampa, riferisce di aver dovuto ricorrere a queste maniere forti a causa del comportamento dei manifestanti. «Arrivati in Piazza federale, i partecipanti hanno puntato una barriera di protezione, scuotendola e tentando di sradicarla dagli ancoraggi - scrive -. È stato chiesto loro più volte di non cercare di oltrepassare le protezioni e hanno risposto con il lancio di oggetti in direzione di Palazzo federale, tra cui bottiglie e petardi».

A quel punto gli agenti sarebbero quindi intervenuti, interrompendo la protesta e disperdendo le persone. Una di loro è stata fermata e portata in centrale, dove sono state registrate le sue generalità.

Il corteo si è formato attorno alle 19.30 presso la Bahnhofplatz e ha sfilato per le vie della città (alcune strade sono state chiuse per motivi di sicurezza), con qualche alterco e tafferuglio, fino a raggiungere Palazzo federale.

Reto Nause, direttore della sicurezza della città di Berna, ha parlato di un «possibile assalto al Parlamento federale» sventato dalla polizia, che ha ringraziato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    CCL Shop, pressing a Berna

    politica

    Per il Parlamento, il Consiglio di Stato deve far pressioni affinché Berna revochi la decisione di escludere il Ticino dall’obbligatorietà generale del salario minimo previsto dal contratto collettivo di lavoro nazionale

  • 2
  • 3

    San Gallo, attacco hacker a città e cantone

    Pirateria informatica

    Gli esperti della società di hosting sono riusciti a intervenire e a mettere a punto un sistema per riconoscere allo stadio precoce qualsiasi nuovo tentativo di intrusione

  • 4

    Agenti ticinesi al WEF, non si cambia

    politica

    Il Gran Consiglio ha respinto una mozione dell’MPS che chiedeva di non inviare più le forze dell’ordine al Forum economico e ad altri eventi simili

  • 5
  • 1
  • 1