La Posta svizzera: «Non accettiamo pacchi e lettere per la Cina»

Coronavirus

Lo ha annunciato in una nota il Gigante giallo - A causa della cancellazione dei voli verso il Paese la spedizione è possibile solo in misura limitata

La Posta svizzera: «Non accettiamo pacchi e lettere per la Cina»
© Shutterstock

La Posta svizzera: «Non accettiamo pacchi e lettere per la Cina»

© Shutterstock

Fino a nuovo avviso la Posta non accetta più lettere e pacchi destinati alla Cina: a causa del coronavirus molti voli internazionali ivi diretti sono stati cancellati e la spedizione è possibile solo in misura molto limitata, precisa una nota odierna dell’azienda.

Il trasporto degli invii provenienti dalla Cina e diretti in Svizzera è invece di competenza della Posta cinese. Non è quindi da escludere che le forti limitazioni ai trasporti possano causare ritardi anche nell’importazione di pacchi e lettere dalla Repubblica popolare, aggiunge la nota.

La Posta riferisce che al momento dispone solo di un terzo delle capacità necessarie per le spedizioni in Cina. I plichi e i colli che devono giungervi tassativamente possono essere inviati come «URGENT», ma l’azienda non è in grado di garantire il recapito nei tempi indicati.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Iniziativa UDC, i sindacati non ci stanno

    votazioni federali

    L’approvazione del testo «per un’immigrazione moderata» posto in votazione popolare «smantellerebbe la protezione dei salari, peggiorerebbe le condizioni di lavoro e isolerebbe la Svizzera»

  • 2
  • 3

    Quando l’amore arriva al capolinea

    coppie

    In Svizzera 2 matrimoni su 5 si chiudono anzitempo e la separazione è vissuta come un fallimento - Nel 2018 il punto di svolta fondamentale a livello di giurisprudenza - L’avvocato divorzista Daniele Jörg: «Spesso la vera causa è lo spegnersi dell’entusiasmo»

  • 4

    Scooterista gravemente ferita a Hilterfingen

    canton Berna

    Dopo aver urtato una prima vettura, la donna si è scontrata con un secondo veicolo proveniente in senso inverso - Per liberarla dalle lamiere si è reso necessario l’intervento dei pompieri

  • 5

    A 50 anni dalla valanga di Reckingen

    ricorrenza

    È passato mezzo secolo da quando la slavina travolte il villaggio vallesano provocando la morte di 30 persone, tra cui 6 bambini, 5 donne e 19 militari

  • 1
  • 1