La sicurezza del certificato COVID verrà sottoposta a un test pubblico

pandemia

In una fase pilota, i primi certificati saranno emessi gradualmente nei Cantoni a partire dal 7 giugno: entro la fine del prossimo mese il sistema sarà introdotto in tutta la Svizzera

La sicurezza del certificato COVID verrà sottoposta a un test pubblico

La sicurezza del certificato COVID verrà sottoposta a un test pubblico

Entro la fine di giugno 2021 l’Ufficio federale dell’informatica e della telecomunicazione (UFIT) realizzerà una soluzione per il certificato COVID. In una fase pilota, i primi certificati saranno emessi gradualmente nei Cantoni a partire dal 7 giugno. Entro la fine di giugno il sistema sarà introdotto in tutta la Svizzera. L’applicazione dovrà presentare un livello di sicurezza molto elevato e sarà quindi sottoposta a un test pubblico di valutazione della sicurezza. Per effettuare questo test, è disponibile da subito il codice sorgente della prima versione del certificato COVID svizzero.

Il comunicato

Al momento si sta lavorando alacremente alla realizzazione del certificato COVID, che sarà introdotto gradualmente nei Cantoni a partire dal 7 giugno. Prima di questa data, le funzionalità e il funzionamento dell’intero sistema, così come la sua sicurezza, saranno oggetto di una verifica approfondita. Oltre alle analisi di sicurezza accompagnate dal Centro Nazionale di Cibersicurezza (NCSC), il sistema è ora sottoposto a una prova di resistenza da parte di altri esperti e parti interessate nel quadro di un test di sicurezza pubblica. Da subito è quindi disponibile al pubblico anche il codice sorgente del certificato COVID. Le eventuali lacune di sicurezza riscontrate in occasione di questo test saranno prese in considerazione e integrate costantemente nella fase di sviluppo.

Da oggi il Centro nazionale per la cibersicurezza (NCSC) raccoglie i dati del test, ne valuta i contenuti, li classifica in ordine di priorità in base al grado di importanza e dispone gli adeguamenti necessari tramite il team di sviluppo dell’UFIT.

Tutti i partecipanti possono registrare i risultati dettagliati del test sul modulo pubblicato sul sito Internet dell’NCSC. Per garantire la piena trasparenza richiesta dall’NCSC, i risultati registrati sul sito saranno aggiornati regolarmente e resi accessibili al pubblico.

Maggiori informazioni sul test di valutazione della sicurezza e il modulo per notificare i risultati del test sono disponibili sul sito Internet dell’NCSC:

Il Consiglio federale fornirà ulteriori informazioni sull’introduzione, sulla soluzione e sulle funzionalità del certificato COVID presumibilmente venerdì 4 giugno 2021.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1