Lista dei Paesi a rischio? «Sono più pericolosi alcuni cantoni elvetici»

pandemia

Il Vallese romando lancia l’allerta massima per il grado di occupazione degli ospedali - Il consigliere di Stato bernese Pierre Alain Schnegg: «La quarantena al rientro da certe regioni europee non ha più senso»

Lista dei Paesi a rischio? «Sono più pericolosi alcuni cantoni elvetici»
©KEYSTONE/Christian Beutler

Lista dei Paesi a rischio? «Sono più pericolosi alcuni cantoni elvetici»

©KEYSTONE/Christian Beutler

Mantenere la quarantena al rientro dai paesi a rischio? La questione è aperta: molti cantoni infatti sono più colpiti dalla pandemia rispetto alle regioni che figurano sulla lista. Il problema solleva gli interrogativi di cittadini e politici. Tra questi ultimi, il consigliere di Stato bernese Pierre Alain Schnegg (UDC), invitato ieri alla trasmissione Forum di RTS. «La questione della quarantena al rientro da un paese a rischio si pone. Prima di tutto perché sono molto difficili da controllare. In secondo luogo penso che si potrebbero utilizzare un po’ più di test in relazione a questo tipo di situazione. Oggi corriamo più rischi tornando da alcuni cantoni elvetici che da alcuni paesi europei», ha sottolineato il membro del governo bernese. «Se dovessi prendere io una decisione andrei in questa direzione, suppongo, ma il tema merita comunque di essere approfondito», ha concluso.

Allerta massima in Vallese

Il centro ospedaliero del Vallese romando intanto lancia l’allerta massima, 4 su 4, come annunciato da Rhône FM. Alcuni pazienti vallesani saranno quindi trasferiti in altri ospedali dell’Alto Vallese e di altri cantoni. Ieri 124 persone si trovavano ricoverate in questa regione, e di questi 10 erano in cure intense.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1