Migrazione e riforma AVS in agenda a Berna

CAMERE FEDERALI

Gli Stati si chineranno anche sull’iniziativa parlamentare del consigliere nazionale Marco Romano che auspica un congedo pagato anche per i genitori che adottano un bambino

Migrazione e riforma AVS in agenda a Berna
© KEYSTONE/Alessandro della Valle

Migrazione e riforma AVS in agenda a Berna

© KEYSTONE/Alessandro della Valle

Riprendono stamane i dibatti alle camere federali. L’agenda del Consiglio nazionale (08.00-13.00), prevede in entrata la creazione di una commissione per il rafforzamento dei diritti umani e la sospensione del patto globale ONU sulla migrazione.

In seguito, la camera sarà chiamata a esaminare una mozione mediante la quale si chiede di promuovere i diritti umani in Cina, mentre un postulato domanda al Consiglio federale di studiare i modi per migliorare i rapporti con Taiwan, l’isola che Pechino considera una provincia ribelle.

Il menù dei lavori contempla anche l’iniziativa parlamentare con cui si vuole innalzare da 65 anni a 68 anni il limite di età per il futuro procuratore generale della Confederazione, una figura che il parlamento dovrà eleggere proprio durante questa sessione. In programma anche una modifica di legge mediante la quale s’intendono obbligare gli stranieri colpiti da espulsione a farsi testate obbligatoriamente contro la COVID, anche senza il consenso del diretto interessato.

Al Consiglio degli Stati (08.15-13.00), prima di passare all’esame della riforma dell’AVS - tema giunto in fase di divergenze - il plenum dovrà trattare la proposta che chiede una maggiore protezione per la produzione di zucchero indigeno e l’iniziativa parlamentare del consigliere nazionale Marco Romano (Centro/TI) che auspica un congedo pagato anche per i genitori che adottano un bambino. Il progetto prevede un congedo di due settimane durante l’adozione di un bambino per i genitori che esercitano un’attività lucrativa. Il congedo verrebbe finanziato dalle indennità per perdita di guadagno. Si tratta di un compromesso rispetto all’iniziativa che ne chiedeva uno di dodici settimane.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1