Militare o protezione civile? Servizio civico per tutti

Domanda e Risposta

Domenica sarà lanciata un’iniziativa che vuole che tutti, uomini e donne, si mettano a disposizione della comunità e dell’ambiente almeno una volta nella vita: chi nell’esercito, chi nelle altre organizzazioni che già esistono — Cerchiamo di capirne le ragioni, gli scopi e il contesto

Militare o protezione civile? Servizio civico per tutti
Soldatesse: per ora ancora una rarità. © Keystone/Urs Flueeler

Militare o protezione civile? Servizio civico per tutti

Soldatesse: per ora ancora una rarità. © Keystone/Urs Flueeler

Il 1. agosto Service Citoyen lancia l’iniziativa «Per un servizio civico - Per una Svizzera impegnata». Si tratta di un doppio passo storico, scrive l’associazione: dare «espressione concreta all’uguaglianza di genere nel servizio per la comunità» e riconoscere l’equivalenza fra servizio militare e altre forme di servizio di milizia. Ecco i dettagli.

1 Cosa propone l’iniziativa?

L’iniziativa chiede che tutti - uomini e donne - prestino, almeno una volta nella vita, servizio di milizia a favore della collettività e dell’ambiente. In seno all’esercito, nell’ambito del servizio civile o della protezione civile. L’obiettivo dell’iniziativa, secondo l’associazione Service Citoyen, è quello di «trovare soluzioni alle nuove sfide», in particolare «la salute» e «il clima». Ma anche promuovere l’uguaglianza...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1