Minacciava di suicidarsi, resta ucciso dalla polizia

canton berna

Le forze dell’ordine sono intervenute dopo che era stato segnalato il comportamento pericoloso dell’uomo - Entrando nell’appartamento hanno constatato «una situazione che presentava una minaccia imminente»

Minacciava di suicidarsi, resta ucciso dalla polizia
©polizei Bern

Minacciava di suicidarsi, resta ucciso dalla polizia

©polizei Bern

Un uomo è stato ucciso da un colpo d’arma da fuoco oggi pomeriggio ad Adelboden (BE), durante un’operazione di polizia. Accertamenti sono in corso per chiarire l’esatta dinamica degli eventi.

La polizia cantonale, secondo quanto riferisce un comunicato, è intervenuta poco dopo le 16 in un condominio dove è stato segnalato il comportamento potenzialmente pericoloso di un uomo. Questi minacciava di suicidarsi.

Le forze dell’ordine, si legge nella nota, sono partite dal presupposto che l’individuo potesse essere armato. Dopo un tentativo di contatto infruttuoso, gli agenti hanno individuato l’uomo in uno dei locali dietro una porta chiusa e sono entrati nell’appartamento.

A quel punto «è stata constatata una situazione che presentava una minaccia imminente», prosegue la dichiarazione scritta divulgata dalla polizia bernese. L’uomo, la cui identificazione formale è in corso, è stato colpito da un proiettile sparato da un’arma di servizio. Nonostante i soccorsi immediati, è deceduto sul posto.

L’accaduto è oggetto d’indagine da parte di un corpo di polizia extracantonale. Il Ministero pubblico bernese per compiti speciali è al comando dell’inchiesta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1