Mitholz, tracce di esplosivo TNT nelle acque sotterranee

canton berna

Le concentrazioni evidenziate sono ampiamente al di sotto dei valori limite stabiliti dalla legge e non costituiscono quindi un pericolo per la protezione delle acque

Mitholz, tracce di esplosivo TNT nelle acque sotterranee
© CdT/Gabriele Putzu

Mitholz, tracce di esplosivo TNT nelle acque sotterranee

© CdT/Gabriele Putzu

Misurazioni effettuate in due ruscelli e nelle acque sotterranee di Mitholz (BE) hanno rilevato tracce di esplosivo TNT. Secondo quanto comunicato oggi dal Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), le concentrazioni evidenziate sono però ampiamente al di sotto dei valori limite stabiliti dalla legge e non costituiscono quindi un pericolo per la protezione delle acque.

Esperti avevano supposto che micro-tracce potevano essere rilevate nell’acqua, a causa delle grandi quantità di residui di munizioni a Mitholz.

Il DDPS ha intensificato il monitoraggio delle acque sotterranee dopo che nel 2018 è stato stabilito che l’ex deposito di munizioni dell’esercito nella Kandertal, nell’Oberland bernese, poneva un rischio di esplosione maggiore di quanto ipotizzato in precedenza. I valori misurati sono stati pubblicati oggi.

Il DDPS ha anche annunciato di aver condotto test idrologici con liquidi traccianti. Gli esperti hanno iniettato questi liquidi speciali nelle crepe aperte della parte crollata del deposito di munizioni. Tracce molto piccole del liquido tracciante sono apparse successivamente in sei punti di misurazione nelle vicinanze dell’ex deposito di munizioni.

Nessun residuo è stato trovato nello Stägebach, nel Kander e nelle sorgenti circostanti. Il DDPS vuole effettuare ulteriori indagini.

Nel 1947, una parte dell’ex deposito di munizioni Mitholz è esplosa. Nove persone sono morte e il villaggio è stato pesantemente devastato. Circa 3500 tonnellate di munizioni inesplose giacciono ancora nel ventre della montagna vicino al villaggio. Ora le munizioni devono essere recuperate, il che richiederà l’evacuazione dell’intero villaggio di Mitholz.

Bruno Locher del DDPS ha detto alla trasmissione «Schweiz aktuell» della radiotelevisione svizzerotedesca SRF di oggi che il DDPS sarà autorizzato a usare meno acqua possibile nell’evacuazione alla luce delle nuove informazioni. Dove l’uso dell’acqua è necessario, deve essere raccolta, ha detto il responsabile dell’unità Territorio e ambiente del DDPS.

Nessun collegamento con Blausee

Secondo gli esperti intervistati da «Schweiz aktuell», non c’è alcuna connessione tra le tracce di esplosivo nell’acqua e la recente moria di pesci nell’allevamento ittico Blausee. Tracce così piccole di esplosivi nell’acqua non potrebbero causare un’improvvisa moria di pesci.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1