Nei saloni dei parrucchieri si torna a stare più comodi

dal 6 giugno

Da sabato si potrà sfruttare al 100% lo spazio, rimanendo però sempre fedeli alle misure di protezione emanate dall’UFSP

Nei saloni dei parrucchieri si torna a stare più comodi
© CdT/ Chiara Zocchetti

Nei saloni dei parrucchieri si torna a stare più comodi

© CdT/ Chiara Zocchetti

Dal prossimo sabato i parrucchieri in Svizzera potranno nuovamente sfruttare al 100% lo spazio dei loro saloni. Le misure di protezione sono state adattate restando fedeli alle direttive dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), indica un comunicato congiunto dell’associazione di categoria Coiffure Suisse e dei sindacati Syna e Unia diramato questa sera.

Per evitare licenziamenti e fallimenti, i saloni di parrucchieri devono essere nuovamente sfruttati appieno, secondo l’associazione. Le misure di protezione di dipendenti e clienti sono state riviste di concerto con le parti sociali, sottolinea la nota.

I provvedimenti imposti dall’UFSP, come la cosiddetta distanza sociale di due metri continuerà a valere. Nei saloni in cui ciò non fosse possibile, dovranno essere approntati adattamenti tecnici, come la separazione spaziale dei posti di lavoro.

L’uso di maschere da parte di parrucchieri e clienti rimane obbligatorio. Anche il lavaggio e la disinfezione delle mani, degli utensili e dei luoghi prima del servizio a ogni cliente.

Per alleviare il disagio dei dipendenti, che devono indossare maschere per tutto il giorno, i datori di lavoro sono invitati a concedere loro pause regolari all’aria aperta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1