«No alla Legge COVID-19, è discriminatoria e arbitraria»

Votazioni

L’UDC e la sua sezione giovanile invitano la popolazione a respingere, il 28 di novembre, la Legge COVID-19: «Se approvata impedirebbe qualsiasi revoca dell’obbligo del pass sanitario»

 «No alla Legge COVID-19, è discriminatoria e arbitraria»
©CdT/ Chiara Zocchetti

«No alla Legge COVID-19, è discriminatoria e arbitraria»

©CdT/ Chiara Zocchetti

No alla discriminazione e all’arbitrio. Con questo motto, l’UDC e la sua sezione giovanile hanno invitato oggi la popolazione a respingere il 28 di novembre la Legge COVID-19, che tra l’altro pone le basi legali per il pass sanitario, contro la quale è stato lanciato il referendum.

Il presidente dei giovani democentristi, David Trachsel, si è espresso contro la legge a nome dei giovani, che sono stati costretti a suo dire a fare «molti sacrifici in solidarietà con i loro anziani dall’inizio della pandemia e che ora sono costretti a sottoporsi alla vaccinazione».

Citati in una nota odierna, i consiglieri nazionali Martina Bircher (AG) e Jean-Luc Addor (VS) hanno insistito sul fatto che, se approvata, la legge COVID-19 impedirebbe qualsiasi revoca dell’obbligo del certificato COVID. Il pass sanitario divide la società nel contrasto alla pandemia, invece di unirla, hanno sostenuto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1