«Obbligo delle mascherine da estendere a negozi, scuole e ristoranti»

coronavirus

Manuel Battagay, membro della Task Force nazionale Covid-19, si dichiara favorevole ad un obbligo più esteso di indossare la mascherina, in particolare a causa dell’aumento dei casi e di misure simili prese dai Paesi vicini

«Obbligo delle mascherine da estendere a negozi, scuole e ristoranti»
© CdT/Putzu

«Obbligo delle mascherine da estendere a negozi, scuole e ristoranti»

© CdT/Putzu

Le mascherine sono uno dei temi centrali presenti oggi sui domenicali della Svizzera tedesca. Un esperto suggerisce in particolare di estendere l’obbligo di indossarle.

Sulla «SonntagsZeitung» Manuel Battagay, membro della Task Force nazionale Covid-19, si dichiara favorevole ad un obbligo più esteso di indossare la mascherina, in particolare a causa dell’aumento dei casi e di misure simili prese dai Paesi vicini.

L’infettivologo basilese propone di indossare le maschere nei luoghi chiusi come i negozi, le scuole o i ristoranti. A suo dire, più il tasso di contagio è elevato e più bisogna fare ricorso a questo strumento. Attualmente è obbligatorio indossare le mascherine nei commerci dei cantoni Giura, Vaud e - a partire da martedì - Ginevra.

Il SonntagsBlick, dal canto suo, si concentra su una soluzione più all’avanguardia, informando sul fatto che l’azienda Livinguard sta mettendo a punto una mascherina che non solo filtra il coronavirus, ma lo uccide.

Il fondatore e CEO della società, Sanjeev Swamy, sostiene di aver sviluppato con dei ricercatori un metodo che permettere di rendere la superfici auto disinfettanti. L’obiettivo è ora di trasferire questo sistema alle maschere.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1