Ogni anno migliaia di scomparsi, ma gran parte di loro ritorna

Società

Il caso di Denise Pipitone ha riacceso l’interesse mediatico per un fenomeno significativo dal punto di vista numerico anche in Svizzera - Uno dei problemi è la mancanza di coordinamento a livello federale - Il ruolo giocato dalle associazioni appare determinante

Ogni anno migliaia di scomparsi, ma gran parte di loro ritorna
Un quadro più chiaro sulla scomparsa dei minori in Svizzera emerge dal lavoro di alcune associazioni. ©Shutterstock

Ogni anno migliaia di scomparsi, ma gran parte di loro ritorna

Un quadro più chiaro sulla scomparsa dei minori in Svizzera emerge dal lavoro di alcune associazioni. ©Shutterstock

Quante persone scompaiono ogni anno in Svizzera? E quante sono ritrovate?

Il caso di Denise Pipitone, con il suo inevitabile corredo di sensazionalismi, ha riacceso sui media di tutto il mondo l’interesse per un tema tanto ricorrente quanto complesso da affrontare. “Missing” è una parola che risuona ormai familiare un po’ ovunque. Grazie ai titoli di film famosi, certo; ma anche perché in grado di garantire quasi sempre stupori e sbalordimenti. E suggestioni. A uso e consumo di un sistema fondato molto più sui turbamenti emotivi che non sui fatti.

Differenza non solo lessicale

«I casi di persone scomparse - spiega la Polizia federale elvetica (Fedpol) - non vanno confusi con quelli concernenti persone sparite». Chi si allontana volontariamente, ad esempio, ha tutto il diritto di farlo. Sparire...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1