Pagamenti con un click, addio cedole arancioni

svizzera

Già un milione di persone fa uso della fattura elettronica - Il successo degli sportelli virtuali potrebbe mettere a rischio i posti di lavoro in banca e in posta

Pagamenti con un click, addio cedole arancioni
© Shutterstock

Pagamenti con un click, addio cedole arancioni

© Shutterstock

Grazie all’online banking basta un click per fare qualsiasi tipo di pagamento. Le fatture elettroniche stanno riscuotendo un successo incredibile in Svizzera e già un milione di persone e aziende fanno uso dell’eBill, riporta «Il Caffè». Tra gli utilizzatori c’è anche l’Amministrazione cantonale.

Sono molteplici i vantaggi del pagamento online: richiede pochi passaggi, è accessibile 24 ore su 24, ed è pure una soluzione ecologica. Ci sono però degli aspetti negativi che circondano questo modo per saldare i conti. Gli sportelli bancari e postali virtuali potrebbero portare via diversi posti di lavoro. Nel 2019 sono stati annunciati migliaia di licenziamenti in tutto il mondo e il Ticino - aggiunge il giornale domenicale - non fa eccezione. Oltre ai 22 posti saltati all’UBS di Lugano e Chiasso, sono a rischio di chiusura gli uffici postali di diversi comuni. Grazie alle fatture elettroniche non è più necessario recarsi né in banca né in posta, si può fare tutto dal proprio divano.

Il prossimo passo avanti nel mondo dei pagamenti sarà l’introduzione della QR-fattura a partire dal 30 giugno 2020 che andrà a sostituire tutte le polizze di versamento. Il codice QR, spiega «Il Caffè», darà accesso a molte più informazioni rispetto alla vecchia cedola arancione e basterà uno smartphone per effettuare la transazione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1